Home / Politica / Sticca: “Strade rotte, assurdo la Provincia tarda i lavori”

Sticca: “Strade rotte, assurdo la Provincia tarda i lavori”

“Ora che finalmente la politica ha preso coscienza della situazione drammatica della viabilità di questo territorio, recependo gran parte delle richieste dei Sindaci e dei parroci della zona con un primo finaziamento di quasi 6 milioni di euro sulla viabilità provinciale, altri fattori continuano a ritardare  i lavori già appaltati”. Così, il sindaco di Castelmauro, Angelo Sticca.  “Con Delibera di riprogrammazione dei fondi della viabilità FSC  2007- 2013,  nei primi mesi del 2016 la Regione ha finanziato un importante intervento di messa in sicurezza della SP 163 nei territori di Castelmauro, Civitacampomarano e Acquaviva Collecroce per un importo di 2 milioni di euro.  Sono trascorsi nove mesi dall’appalto da parte della Provincia di Campobasso e ancora non avviene la consegna dei lavori all’impresa aggiudicataria.  Nonostante le continue e ripetute sollecitazioni scritte e verbali, non tutti sono riusciti a comprendere la drammatica situazione in cui versa la viabilità di questo territorio e la necessità di interventi celeri e con tempi certi.  In questo momento quasi tutte le arterie stradali del territorio sono praticamente chiuse o in condizioni pessime, tutte interessate da frane e dissesti idrogeologici e nella migliore delle ipotesi, completamente dissestate e impraticabili. La SP 163 è addirittura interdetta al traffico per cicli e motocili da oltre due anni e  ormai la possiamo classificare come una strada mulattiera.  Purtroppo anche quando, come in questo caso ci sono dei fondi da spendere, lo facciamo ad una velocità ridotta. Le frane si muovono molto più velocemente della nostra burocrazia e anche della volontà di alcuni a risolvere i problemi.  Oggi credo siano ampiamente scaduti i tempi della pazienza e del buonsenso, credo sia  arrivato il momento di concretizzare le chiacchiere ed aprire i cantieri con urgenza assoluta. Chiederò il coordinamento di un tavolo tecnico al Prefetto di Campobasso per capire le cause del ritardo e chiedere l’immediata consegna dei lavori”.

Di Giuseppe Saluppo

Potrebbe Interessarti

Più passano i giorni e più Toma somiglia a Frattura

Le critiche si addensano sulla nuova presidenza regionale che taluni considerano una protesi della presidenza …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*