Home / Politica / Dopo Renzi, anche Lupi sbeffeggia il Molise
Il ministro delle Infrastrutture e Trasporti, Maurizio Lupi, durante l'assemblea di Confindustria all'Auditorium parco della musica, Roma, 29 maggio 2014. ANSA/ANGELO CARCONI

Dopo Renzi, anche Lupi sbeffeggia il Molise

Come se non bastasse Matteo Renzi a sbeffeggiare il Molise, ora ci pensa, anche, l’ex ministro ai Lavori pubblici, Maurizio Lupi: “Con la nuova Carta addio veti, il Molise da solo blocca l’alta velocità. Una regione di 300 mila abitanti vieta il raddoppio della ferrovia su un tratto di 33 km bloccando l’alta velocità su tutta la linea adriatica”. Lo ha dichiarato il capogruppo di Area Popolare alla Camera, Maurizio Lupi, parlando del referendum costituzionale. Magari la Regione Molise avesse proceduto in tal senso! Avrebbe mostrato all’Italia intera di non avere una linea ferroviaria diretta da Termoli a Venafro. Con ciò significando la marginalizzazione rispetto alle grandi rete di comunicazione. Ma Lupi, tutto questo, fa finta di non accorgersene. Ecco, perchè, magari la Regione Molise avesse bloccato quei lavori per richiamare l’attenzione sulla disattenzione del governo rispetto ai diritti dei cittadini molisani di avere una mobilità ferroviaria, e non solo, al passo con i tempi.

Di Giuseppe Saluppo

Potrebbe Interessarti

Romagnuolo: “San Stefar, assurda situazione”

“Chiedo che si faccia immediatamente piena luce su una vicenda che, secondo il mio punto …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*