Home / Territorio / Pastificio La Molisana, cresce il fatturato

Pastificio La Molisana, cresce il fatturato

Conta di chiudere l’anno con un fatturato di quasi 140 milioni il Pastificio La Molisana di Campobasso, con un trend di crescita che in soli 6 anni dal 2011, quando l’azienda è stata acquisita dall’attuale proprietà, la famiglia Ferro, l’ha portata a moltiplicare per 6 il fatturato. Obiettivo dei prossimi tre anni: raggiungere i 200 milioni di euro.

Il 2018 sarà a tutti gli effetti l’anno dell’espansione sui mercati internazionali; ad oggi il 35% del fatturato proviene dalle vendite all’estero, 80 Paesi in tutto.

La strategia di crescita continua ad essere supportata da importanti investimenti a vario livello (42 milioni dal 2011) e per la crescita futura sarà particolarmente strategico il ruolo della pasta integrale, oggi una nicchia del mercato che sta registrando una crescita particolarmente interessante, in cui La Molisana è già leader riconosciuto per la qualità. L’attenzione alla qualità del prodotto finito parte dalla ricerca sul campo.

Dal 2016, infatti, La Molisana è impegnata in un importante progetto di filiera: l’azienda sta lavorando insieme a 600 produttori e sono già vicini a 10mila ettari di campi coltivati con il grano Maestà, una varietà che riteniamo di eccellente qualità per il suo indice proteico del 15%, che consentirà di aumentare ulteriormente la percentuale di grano italiano contenuto nella ricetta della pasta La Molisana.

Infine, in anticipo rispetto alla scadenza di febbraio indicata dal Ministero, l’azienda ha adeguato le linee di confezionamento e sta già cominciando a stampare sui pacchi di pasta le informazioni sull’origine dei grani, che vengono selezionati sul campo da oltre 100 anni.

Di Giuseppe Saluppo

Potrebbe Interessarti

Le discariche sarebbero dovute scomparire e invece si allargano

Dicono che esista il Piano regionale dei rifiuti, ma dicono pure che sia solo sulla …

2 commenti

  1. Bravi, complimenti per la caparbietà, la lungimiranza e lo spirito programmatico. Un plauso anche per il packaging, decisamente raffinato. Sono contenta che ora il marchio si trovi anche sugli scaffali dei supermercati fuori regione, e per me che non ho più la residenza molisana, è molto importante. Mi auguro che questa testata possa far arrivare il mio plauso alla famiglia Ferro. Grazie. Ad maiora!

  2. Mi unisco all’encomio. Ottima pasta, tiene molto bene la cottura. Da provare anche le farine, soprattutto quella integrale. Bisognerebbe che questo marchio diventasse ambasciatore del Molise nel resto d’Italia e creasse iniziative congiunte con le scuole per formare i suoi futuri dipendenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*