Home / Campobasso / “Comune di Campobasso disattento e call center, per 90 assunzioni, ad Agnone

“Comune di Campobasso disattento e call center, per 90 assunzioni, ad Agnone

Un’interrogazione urgente in merito alla richiesta di chiarimenti circa la mancata apertura a Campobasso di un call center, legato a servizi di telecomunicazioni che avrebbe portato 250 posti di lavoro, è stata presentata dal consigliere comunale, Francesco Pilone. “Tra pochissimi giorni – sottolinea Pilone – un’importantissima Azienda operante nel campo delle telecomunicazioni,  aprirà una sede operativa di call e contact center ad Agnone, garantendo circa 90 posti di lavoro di cui parte a tempo indeterminato. L’operazione è stata resa possibile grazie ad un “bonus accoglienza” che l’Amministrazione Comunale di Agnone ha garantito all’Azienda attraverso l’affidamento, in comodato d’uso gratuito, di una struttura di proprietà un tempo utilizzata per il mercato comunale.  Il consigliere Pilone, sottolinea come,  prima di interessare l’Amministrazione Comunale di Agnone, la Governance dell’Azienda ha preso contatti con l’Amministrazione Comunale di Campobasso per avanzare analoga proposta addirittura con una previsione di 250 assunzioni nel capoluogo di Regione. Solo, che l’amministrazione comunale del capoluogo non avrebbe garantito locali idonei per la sede operativa dell’Azienda, spingendo così la Direzione a cercare in altri Comuni tale disponibilità poi avuta ad Agnone.  Visto che la città di Campobasso ha perso una grande occasione in termini occupazionali, il consigliere Pilone, ha chiesto all’amministrazione il perché non si sia mossa per tempo e a chi è da addebitarsi l’accaduto

Di Giuseppe Saluppo

Potrebbe Interessarti

Trasporto urbano, il Tar boccia il Comune di Campobasso

Il TAR Molise sanziona duramente l’operato del Comune di Campobasso e della Regione Molise per …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*