WRC – Tanak domina spietatamente sabato pomeriggio in Italia

Rally Italia Sardegna 2022 – Sabato pomeriggio

Ott Tanak è sulla buona strada per la tanto agognata vittoria al Rally Sardina d’Italia dopo aver lasciato i suoi rivali in polvere nel penultimo match di sabato.

Il pilota estone inizierà l’ultima tappa di domenica con un vantaggio di 46,0 secondi su Craig Brin della M-Sport Ford dopo aver spiegato quella che è stata una giornata disastrosa per il leader del venerdì Esapekka Lappi.

Il palcoscenico era pronto per un combattimento emozionante dopo che Lappi Tanak ha guidato 0,7 secondi durante la notte, ma si è ritirato nella veloce apertura di Tempio Pausania di sabato quando un’intensa pressione ha spinto la sua Yaris contro un masso che ha strappato la ruota posteriore sinistra.

La morte di Lapp Tanak lo ha lasciato solo in testa e, nonostante insistesse sul fatto che non stava spingendo, i tempi di tappa suggerivano diversamente poiché ha vinto sei delle sette prove di velocità al giorno.

Sebbene le sue speranze per il titolo possano essere scarse dopo un inizio di stagione scadente, una vittoria qui significa molto per Tanak. Non è salito in cima al podio dall’Arctic Rally finlandese nel 2021, ovvero 461 giorni fa.

“E ‘stata una buona giornata”, ha detto Tanak. “In macchina avevamo un ottimo feeling, le strade hanno tenuto molto bene nel pomeriggio ed è stato molto divertente.

“Nella prima fase di stamattina, quando Esapekka era ancora in lotta, abbiamo fatto una buona spinta. Dopo, direi che stavamo rallentando passo dopo passo, ma il momento stava ancora arrivando. Immagino, se tu’ re nell’umore, ecco come dovrebbe essere.

READ  Vai in Italia quest'estate? Ristrutturazione Palazzo San Domenico

Ci siamo già trovati in questa situazione e sappiamo com’è. Non è finita finché il traguardo non sarà tagliato, quindi diciamo che è meglio non pensarci ora”, ha aggiunto.

Brin è stato l’unico altro pilota a vincere una tappa in una giornata calda e polverosa. L’irlandese è partito terzo prima di strappare il secondo posto quando il compagno di squadra Pierre-Louis Lobet ha sfondato la prova di apertura.

È stato messo sotto pressione da Danny Sordo della Hyundai al mattino, ma è riuscito a costruire una comoda barriera di sicurezza mentre Sordo ha lottato per la velocità più avanti nel corso della giornata. 20,8 sec Coppia separata alla fine del gioco.

Loubet ha fornito un motore maturo per portare la Puma a casa al quarto posto. È scivolato su Sordo di 25,0 secondi, ma ha preso 51,4 secondi da Kali Rovanpera, quinto in classifica, che ha iniziato l’ottavo giorno dopo aver aperto la strada venerdì.

Rovanpera è entrato tra i primi cinque alla fine della giornata quando Adrien Formou ha fatto schiantare la sua Ford nell’ultima esplosione di Monte Lerno di Batada e più tardi è stata issata bandiera rossa sul palco.

Takamoto Katsuta era quasi quattro minuti dietro il leader. Senza servizio di mezzogiorno, ha dovuto guidare con cautela mentre si prendeva cura di un liquido di raffreddamento debole che era stato colpito da uno spruzzo d’acqua a Coiluna – Loelle.

Gus Greensmith ha preso il settimo posto, mentre il resto della classifica è stato supportato da auto di categoria. Guidati dal leader del WRC2 Nikolai Gryzin Jan Solans e Chris Ingram, che hanno completato la top ten.

READ  Campionato 6 Nazioni femminile: L'Irlanda ha apportato tre modifiche per la partita per il terzo posto per l'Italia

Thierry Neuville della Hyundai stava cercando di scalare la classifica dopo aver terminato venerdì nono a causa di problemi alla trasmissione. Tuttavia, la fortuna del belga si è esaurita nella terza tappa della mattinata quando il passaggio lo ha messo fuori combattimento per la giornata.

Riprendendo il lavoro dopo il ritiro venerdì, Elvin Evans ha perso di nuovo quando un guasto alla sospensione posteriore ha messo da parte la sua Yaris nel pomeriggio.

Nella classe FIA ​​WRC2, problemi al motore della sua Skoda Fabia Evo hanno fatto inciampare Andreas Mikkelsen della Toksport WRT per un secondo rally consecutivo, aprendo le porte al pilota della Toksport WRT2 Nikolai Grizin per prendere il comando del Rally Italia Sardina.
Gryazin ora guida una Fabia identica, con 44,9 secondi di vantaggio su Jan Solans entro la fine di sabato. Il pilota della Citroën C3 Rally2 è riuscito a tenersi fuori dal combattimento a tre che si svolge alle sue spalle.

Alla FIA WRC3, si è verificato un problema elettrico nella penultima tappa della giornata quando il ceco Jan Cerny ha ceduto il comando di classe e ha perso più di quattro minuti contro il nuovo leader del Paraguay Diego Dominguez.

Zoltán László è terzo nella Ford Fiesta Rally3 di 8 minuti e 16 secondi. L’ungherese è passato al terzo posto dopo che il veterano italiano Enrico Brazzoli ha avuto problemi con il secondo passaggio di Irola-Tola. Un sasso ha sfondato il serbatoio del carburante del pilota Movisport ed è improbabile che riparte domenica.

Gli equipaggi si dirigeranno domenica a nord di Alghero lungo la costa per affrontare le prove del Monte Paranta (14,51 km) e di Sassari-Argentera (7,10 km). Entrambe le fasi si svolgono due volte l’ultimo giorno, con quest’ultima sede del Bonus Wolf Power Stage che assegna punti bonus, a partire dalle 1218 ora locale.

READ  La squadra guidata dal Belgio si aggiudica l'appalto per il più grande progetto di dragaggio in Italia

Come ormai è tradizione, chi uscirà dal traguardo in vetta si tufferà – insieme a tutta la propria squadra – nel porto di Alghero.

È possibile visualizzare i risultati intermedi qui.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.