Victor Osimhen: “Tutti quelli legati al Napoli mi fanno volare”

L’attaccante nigeriano Victor Osimhen ha segnato sette gol in cinque partite per il club italiano del Napoli

Quando il nigeriano Victor Osimhen è stato espulso nella giornata di apertura della stagione di Serie A, il secondo anno dell’attaccante con il Napoli sembrava andare come il primo.

Ma da allora, il 22enne è stato brillante, così come il suo club che attualmente è in testa alla Serie A.

Nelle ultime cinque partite ha segnato sette gol, un numero che ha richiesto 25 partite per essere raggiunto, e non fino ad aprile, la scorsa stagione.

In una stagione d’esordio in cui infortuni, squalifiche e problemi legati al coronavirus hanno vacillato, Osimhen ha segnato 10 gol e fatto 3 assist in 30 partite.

Ora, però, uno degli attaccanti più emozionanti d’Europa si diverte a restituire a un club in cui ha investito non solo finanziariamente, ma anche psicologicamente.

“Si sono fidati di me e sono stati al mio fianco durante il difficile inizio della scorsa stagione”, ha detto Osimhen a BBC Sport Africa. “L’amore che provo è immenso: il club, la città, i tifosi e tutti coloro che sono legati al Napoli mi fanno volare.

“Gioco per un club fantastico con una grande storia calcistica. Devo solo concentrarmi e dare sempre il massimo”.

I gol dell’attaccante hanno aiutato il Napoli a partire senza sconfitte in Serie A, comprese sei vittorie su sei in Serie A.

La squadra ha subito una sconfitta mercoledì per la prima volta da maggio, quando ha perso 3-2 in casa contro lo Spartak Mosca in Europa League, nonostante un altro gol di Osimin.

libero

Era luglio 2020 quando Osimhen si è unito al Napoli dal club francese Lille nel luglio 2020 con un contratto quinquennale che si diceva valesse la pena. più di 96 milioni di dollari, Sebbene altri rapporti abbiano messo la cifra vicino a $ 80 milioni.

Il suo trasferimento in Italia è arrivato dopo un anno fantastico con il Lille nel 2019/20 a cui ha assistito Vincere il Marc-Vivien Foe Award per questa stagione Per il miglior giocatore africano della Ligue 1 dopo aver segnato 18 gol in tutte le competizioni.

Osimin è pronto a minimizzare i rapporti secondo cui le enormi commissioni inizialmente hanno pesato molto su di lui, e si sta godendo il suo nuovo status dopo aver completato la sua impressionante ascesa dal calcio amatoriale al calcio professionistico in soli sei anni.

“Certo che sono felice di essere tra i calciatori africani più costosi della storia”, ha aggiunto.

“Voglio davvero essere all’altezza dei colori del Napoli. Era il mio sogno d’infanzia essere un calciatore professionista. Non ho mai saputo che questo trasferimento o qualcosa di questa portata sarebbe successo.

“Volevo solo avere successo nel calcio, fare bene per me stesso, prendermi cura della mia famiglia e dei miei pochi amici”.

“Drogba è il mio eroe”

Victor Osimhen (a sinistra) con l'allenatore della Nigeria Gernot Rohr
Victor Osimhen con l’allenatore della Nigeria Gernot Rohr (a destra) prima della gara di qualificazione alla Coppa del Mondo delle Super Eagles contro la Liberia

Oltre ai suoi gol in Italia, Osimhen ha impressionato la Nigeria in questa stagione, segnando una volta in una vittoria per 2-1 in trasferta contro Capo Verde nelle qualificazioni ai Mondiali, portando il suo bottino a sette gol in 14 partite internazionali.

Cinque di questi sono arrivati ​​quando Osimhen è arrivato capocannoniere nelle qualificazioni alla Coppa d’Africa 2021 e da allora ha ereditato la maglia n. 9 dal pensionato Odion Ighalo.

Mentre l’ex attaccante di Wolfsburg e Charleroi ha un grande rispetto per Ighalo, ammette di aver tratto ispirazione dal grande Didier Drogba della Costa d’Avorio e del Chelsea.

“Mio fratello maggiore e grande uomo Ighalo ha fatto bene per la Nigeria e finì anche primo nell’ultima Coppa d’Africa in Egitto”, ha detto Osimene.

“Ma ho preso Drogba come modello per crescere e quella è stata la luce guida. Penso che guardarlo molto e il tipo di mentalità che ha in termini di calcio mi ha aiutato molto ad arrivare dove sono oggi.

Osimene è salito alla ribalta ai Mondiali U-17 2015 in Cile, vincendo la Scarpa d’Oro e il Pallone d’Argento mentre conduceva le Aquile d’Oro al titolo.

Il sedicenne ha segnato un record del torneo 10 gol, segnando in ogni partita della Nigeria, in una prestazione che lo ha aiutato a vincere il premio Africa Youth Player of the Year 2015.

I due volte campioni del Napoli sperano che le loro imprese da gol contribuiranno a cementare la vittoria in Coppa Italia dello scorso anno.

READ  Gran Premio Emilia Romagna 2021: Tempo, Canale TV, Live Stream

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *