Un giovane romano trovato morto in una carrozza del treno in Italia. Pratica uno sport estremo



Un uomo rumeno di 20 anni è stato trovato morto la mattina di venerdì 3 luglio a Primolano (Valbrenta), in provincia di Vicenza. Il cadavere del ragazzo si trovava su una carrozza del treno ed è stato ritrovato intorno alle 7:00 dall’autista del convoglio ferroviario che da ieri sera era di stanza alla stazione. Rivista Vicenza.

George Alexandru Ciobanu era residente a Bergen Valsugana (Trento) e praticava parkour

Non è chiaro come sia avvenuta la tragedia, ma dato che il giovane romano praticava uno sport estremo chiamato “parkour”, sembra che abbia guidato un treno e saltato di carrozza in macchina, morto per folgorazione.

Un’altra ipotesi è che la vittima, nella caduta, avrebbe colpito duramente la testa della carrozza, cosa che avrebbe potuto causare la sua morte. Immediatamente si sono presentati la polizia, i vigili del fuoco e la polizia investigativa tecnico-scientifica.

Il carro su cui il ragazzo è stato trovato morto fa parte del convoglio partito ieri sera dalla stazione di Trento. Arrivati ​​a Primolano, intorno alle 22:00, i voli si fermano e per arrivare a Bassano utilizzate i servizi di trasferimento in autobus. Nessuno dei passeggeri ha notato nulla.

Parkour (abbreviato PK) è un regime di allenamento che è uno dei modi più efficaci e veloci per andare dal punto A al punto B usando solo i mezzi del tuo corpo. Chi pratica questo sport estremo corre un grande rischio. La loro formazione include oggetti spaziali quotidiani (artificiali o naturali) come corrimano, alberi, edifici, ecc. Considerano questo tipo di allenamento come un modo per liberarsi dai limiti di altri sport unificati e per superare i limiti di sé.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.