Ucraina Notizie: Incredibili atti di simpatia del Canada Trio

Ucraina Notizie: Incredibili atti di simpatia del Canada Trio

Kiev, Ucraina –

L’incessante bombardamento e la brutalità sono stati in piena mostra dal giorno in cui la Russia ha invaso l’Ucraina. Nel mezzo di una perdita incommensurabile, si possono trovare incredibili atti di umanità che si elevano al di sopra della distruzione.

Tunku Ihnat è arrivato in Ucraina 11 mesi fa. Seduto a casa a guardare il telegiornale, ha visto gli edifici saltare in aria e le lunghe file di ucraini che cercavano di fuggire dal proprio paese, attraversare il confine e salvare i propri figli. Ha poi venduto il suo camion e si è lasciato alle spalle la sua vita da tuttofare a Richmond Hill, Ontario.

Dal servire cibo con World Central Kitchen all’aiutare con varie organizzazioni non governative (ONG), il 58enne ha ora dedicato la sua vita ad aiutare il popolo ucraino.

“Sentivo che dovevo tornare qui e aiutare in ogni modo possibile”, ha detto.

Questo supporto individuale è iniziato aiutando le persone a trasportare i bagagli attraverso il confine ucraino in Polonia e poi è passato a un progetto di tre mesi in cui ha aiutato a convertire quattro scuole in rifugi.

Ha trascorso la maggior parte del suo tempo guidando e fornendo assistenza in prima linea con una ONG norvegese chiamata Baracro. Un devoto fan dei Maple Leafs, una volta si ritrovò a tirare fuori il telefono per guardare una partita dei Leafs sul ciglio della strada mentre il fuoco dell’artiglieria cadeva nelle vicinanze. Commentando quell’esperienza, Ehnat ha detto: “È stato un piacevole assaggio di casa lontano dalla vita [he] sapeva una volta.”

Tunku Ahnat fornisce aiuti in prima linea con una ONG norvegese chiamata Baracro.

READ  Un uomo russo è stato ucciso da un attacco di squalo al largo di un resort sul Mar Rosso in Egitto | Notizia

Si mantiene in Ucraina con i suoi soldi e ha intenzione di restare finché dureranno i suoi risparmi. Spera di restare fino alla fine della guerra e poi usare le sue capacità di tuttofare per aiutare a ricostruire un paese che dice di essere cresciuto molto nell’ultimo anno.

Mentre camminava sul ponte Klitschko di Kiev, che è stato bombardato dalle forze russe nell’ottobre dello scorso anno, Ihnat ha detto che gli mancano la sua famiglia e la sorella in Canada, ma ha aggiunto che “sono solo una telefonata”.

Anche Genevieve Josselin, un medico di famiglia del Quebec, si è recata in Ucraina per fornire cure mediche vitali su un treno a carbone in entrata e in uscita dai punti caldi dell’Ucraina.

ha detto a CTV News in un buio scalo ferroviario alla periferia di Lviv, mentre si dirigeva verso l’Ucraina orientale per traghettare civili feriti che cercavano disperatamente di fuggire dal fronte.

Genevieve Jocelyn, un medico di famiglia del Quebec, si è recata in Ucraina per fornire cure mediche vitali. (Per gentile concessione di Genevieve Jocelyn)

Più di 90 di questi viaggi sono stati completati e – con l’aiuto di Gosselin – l’ONG Medici Senza Frontiere ha trasportato più di 2.500 pazienti, sia civili che militari, in ospedali più grandi e più sicuri a Lviv e oltre.

È un trekking di due giorni che si svolge in media due volte a settimana. Ha aggiunto che alcuni dei passeggeri del treno hanno perso la casa e stanno cercando di fuggire verso ovest, mentre altri subiscono gravi ferite a causa dei continui bombardamenti del fronte orientale.

Jocelyn ha aggiunto: “È difficile perché vediamo anche molti giovani che sono infetti. Ci sono anche anziani poveri che non possono lasciare i loro villaggi, che arrivano con solo un bagaglio che possono chiamare proprio .”

READ  Il principe William e Kate Middleton sono stati visti esultare dalla prima fila

Jocelyn, che ha girato il mondo con Medici Senza Frontiere, ci dice che intende restare in Ucraina per altri due mesi. Con più implementazioni mediche probabili in futuro, afferma che questo è il suo modo di aiutare.

Un’altra canadese, Patricia Maruchak, ha lasciato la sua famiglia per aiutare le persone nella sua nativa Ucraina.

In un ufficio alla periferia di Kiev, ha detto a CTV News che suo marito ei suoi due figli sono rimasti a casa a Winnipeg mentre lei dirige l’ufficio Finn Church Aid. L’obiettivo attuale dell’organizzazione è aiutare a riparare e ricostruire alcune delle 2.600 scuole danneggiate da razzi e bombardamenti dall’inizio del brutale conflitto.

Patricia Maruschak, che ha lasciato la sua famiglia a Winnipeg per aiutare a dirigere l’ufficio Finn Church Aid in Ucraina. (Aiuto della Chiesa di Finlandia // Ante Yrjunen)

“È incredibile vedere un’intera scuola completamente distrutta”, dice. Ci sono anche scuole che stavano per esplodere. Le finestre erano tutte rotte, quindi abbiamo aiutato in situazioni come questa, sostituendo le finestre, sostituendo le porte, tutto il possibile per aiutare a riaprire la scuola.

Per ottenere l’approvazione per l’apertura, ogni scuola in Ucraina deve avere un rifugio antiaereo. Ogni volta che suona la sirena, i bambini devono andare in cantina e aspettare che tutto sia chiaro. I bambini possono trascorrere da 15 minuti a diverse ore nel rifugio.

“Quello che stanno attraversando sia gli insegnanti che gli studenti in questo momento è molto traumatico”, afferma Maruchak.

È stato anche difficile per Maruchak comprendere cosa stesse accadendo in una città che una volta chiamava casa, mentre le forze russe hanno bombardato uno stadio a Kiev che stava usando per portare via i suoi figli.

READ  Terremoto di New York avvertito in Ontario

Maruchak si è impegnato a rimanere con Finn Church Aid in Ucraina per almeno due anni. Ha ammesso che le mancano la sua famiglia e il suo cane, ma ha detto che era un lavoro importante. “Sono ben attrezzata per dare una mano qui. Penso che le mie capacità siano un vantaggio”, ha aggiunto.

Quando gli è stato chiesto se considerassero ammirevole il loro contributo disinteressato all’Ucraina, ciascuno dei notiziari canadesi di CTV con cui ho parlato ha scosso la testa. Ihnat ha condiviso una dichiarazione alla quale i tre hanno fatto eco: “Non sono speciale. Il popolo ucraino è meraviglioso”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *