Torino 2006, un’epopea italiana

I migliori atleti invernali del mondo si sono riuniti a Torino, in Italia, per la nona edizione dei Giochi Paralimpici Invernali nel 2006, con i Giochi che sono cresciuti oltre la pista.

Dal 10 al 19 marzo si sono svolti i Giochi Paralimpici Invernali di Torino 2006, con 479 atleti (375 uomini, 99 donne) provenienti da 39 paesi in cinque sport. Un totale di 169.974 biglietti per i Giochi sono stati esauriti: le finali di hockey su slitta e curling in sedia a rotelle sono state esaurite, così come la cerimonia di apertura.

Un record di 1.037 rappresentanti dei media è arrivato a Torino per seguire i Giochi e l’emittente ospite, International Sports Broadcasting (ISB), ha fornito oltre 130 ore di copertura in diretta.

L’Italia, guidata dalla portabandiera Melania Corradini, scende in campo durante la cerimonia di apertura dei Giochi Paralimpici Invernali di Torino 2006. © Bryn Lennon / Getty Images

Torino 2006 è stata una delle prime partite. Il curling in sedia a rotelle è stato incluso per la prima volta nel programma. Questa è stata la prima volta che i Giochi Paralimpici Invernali si sono svolti in Italia. Torino è stato il primo evento in cui il nuovo simbolo paralimpico, “Three Agitos”, è stato utilizzato come simbolo di gioco. Due Comitati Paralimpici Nazionali (NPC) – Messico e Mongolia – hanno partecipato per la prima volta ai Giochi Paralimpici Invernali.

Inizialmente, le gare si svolgevano anche in tre discipline di sci alpino e nordico: seduto, in piedi e ipovedenti. Inoltre, questa è stata la prima volta che due villaggi paralimpici sono stati utilizzati per ospitare partecipanti al gioco.

IPC ha lanciato il suo canale TV online, ParalympicSport.TV, nel settore dei giochi. Quasi 40.000 spettatori unici provenienti da 105 paesi si sono sintonizzati sul canale. La maggior parte degli spettatori proviene da Stati Uniti, Italia, Canada, Germania e Giappone e il canale ha attirato un aumento del 5% di nuovi spettatori ogni giorno delle partite. ParalympicSport.TV ha consentito la prima trasmissione televisiva online dei Giochi Paralimpici Invernali.

READ  Uno sguardo all'interno dei treni Orient Express che tornano in Italia nel 2023
Finale dei giochi di bob di Torino
Una visione d’insieme del movimento alla partita per la medaglia d’oro Ice Sledge tra Canada e Norvegia ai Giochi Paralimpici Invernali di Torino 2006. © Ker Robertson/Getty Images

Le competizioni si sono svolte per 58 medaglie in cinque discipline di quattro sport. Come per le altre Paralimpiadi, le medaglie vengono assegnate per ogni classifica in ogni evento. Con il debutto del curling in carrozzina alle Paralimpiadi, si sono svolte gare di sci alpino (24 medaglie), hockey su ghiaccio (1 medaglia), biathlon (12 medaglie) e sci di fondo (20).

Al termine di 10 giorni di gare, la Russia per la prima volta è risultata in testa al medagliere con 33 medaglie: 13 d’oro, 13 d’argento e sette di bronzo. Germania (8-5-5-18) al secondo posto e Ucraina (7-9-9-25) al terzo posto insieme a Francia (7-2-8-15) e Stati Uniti (7-2-3- 12). I primi cinque posti rispettivamente al quarto e quinto posto. In tutti i 19 paesi, è arrivata al medagliere, condividendo 174 medaglie.

L’ucraina Olina Yurkovska ha guidato le prestazioni individuali con quattro medaglie d’oro, d’argento e di bronzo. Yurkowska, che soffre di un difetto a uno dei suoi arti, ha iniziato a praticare la pallavolo da seduto all’età di 13 anni, ma in seguito si è trasferito a Para Ski e Biathlon all’età di 16 anni a Kiev. Ha vinto medaglie d’oro nella 2,5 km di pattinaggio su ghiaccio femminile, nella 5 km di pattinaggio di figura femminile, nella 7,5 km di pattinaggio di figura femminile e nella 10 km di pattinaggio di figura.

Nella divisione maschile, il tedesco Gerd Schönefelder ha vinto due medaglie d’oro, d’argento e di bronzo nello sci alpino. Ma soprattutto, è diventato il primo atleta a vincere 17 medaglie nello sci alpino. La Russia ha dominato l’evento del biathlon, vincendo sei medaglie d’oro, quattro d’argento e una di bronzo. Il Canada ha sconfitto la Norvegia in finale vincendo la medaglia d’oro nell’hockey su ghiaccio.

READ  Il Festival di Cleveland torna quest'estate per il Festival dell'Assunzione a Little Italy

In generale, Torino 2006 ha avuto molto successo, soprattutto per Russia, Germania e Ucraina.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.