Casey si sta godendo la “meravigliosa esperienza” di collaborare con Sexton ad Aviva Packed

Per molti versi, non c’era molto da scrivere sul campo instabile dell’Irlanda contro l’Italia. Sicuramente c’erano più di 50 punti, ma ci sono anche molte cose che devono essere corrette prima dell’Inghilterra tra un paio di settimane.

Cose che non sono andate come avrebbero dovuto essere contro 13, e poi alla fine 12, i giocatori italiani sono diventati caratteristiche di partita a senso unico come tentativi accumulati e bonus.

Craig Casey, che è entrato nel secondo tempo per sostituire Jamison Gibson-Park e ha giocato gli ultimi 30 minuti circa, ha catturato uno dei momenti della giornata in cui ha collaborato con Johnny Sexton in un piccolo cameo impressionante.

Monster Scrumalf, 22 anni, è uno dei giocatori più giovani della squadra. Ma dopo che l’IRFU ha condannato l’invasione dell’Ucraina prima della partita, che ha suscitato continui applausi, Casey, insieme alla sua gioia di giocare, è stato in grado di guardare al quadro più ampio.

Ha detto: “Sì, l’ho amato”. “Ogni volta che puoi indossare una maglia irlandese… guarda, sono stato felice di stare al passo con tutto ciò che sta succedendo nel mondo mentre mi sono divertito, e mi piace indossare quella maglia irlandese. Quindi lo adoro perché sono riuscito ad andare là fuori”.

Era anche la prima volta che Casey giocava al fianco del capitano irlandese in uno stadio Aviva affollato. L’ex Under 20 irlandese ha giocato quattro partite irlandesi prima del processo di ieri.

Il capitano dell’Irlanda Johnny Sexton in una partita contro l’Italia. Fotografia: Dan Sheridan/INFO

Guida incredibile

“Sì, lo è certo [an experience]ha detto Casey. “Ho avuto l’opportunità di giocare con lui al mio debutto, ma è stata sicuramente la mia prima volta qui davanti a un grande pubblico.

“È una grande esperienza. Johnny è stato ovviamente uno dei ragazzi a cui ho ammirato e ho voluto suonare durante la mia adolescenza, e avere la possibilità di farlo è incredibile.

“È di qualità, tipo. La sua guida è incredibile, è un giocatore incredibile. È stato fantastico avere la possibilità di giocare con lui e mostrare cosa posso fare per lui”.

L’allenatore Andy Farrell si è detto felice del modo in cui Casey e Sexton si sono uniti quando sono entrati. La vista dal podio ha visto il preside Sexton tornare a scuola con Casey il caposcuola che ha fatto tutto a un ritmo piacevole ed efficienza.

Non gli ho parlato [Farrell] “Finora uno contro uno sulla mia prestazione, ha detto ben fatto”, ha detto Casey, che stava cercando di frenare i momenti frenetici del suo gioco. “Ovviamente è contento dei cinque punti, ma sa che abbiamo anche molto su cui lavorare.

“Sono stato abbastanza contento di come è andata. Non era perfetto e nemmeno la nostra squadra stava andando alla perfezione, ma sarebbe bello tornare a guardare la partita e prenderne il possibile.

“Amo l’ambiente. È un posto fantastico. È un onore essere in campo e indossare la maglia, soprattutto come ho detto con tutto quello che sta succedendo. Quindi lo adoro assolutamente e cerco di migliorare ogni giorno. È un grande band di cui far parte.”

Cambio di scena

La squadra irlandese ha ora una settimana libera prima di recarsi a Twickenham nella speranza di mantenere vivo il campionato per una vittoria, quando affronterà la Scozia a Dublino questo fine settimana a St Patrick’s.

È una scena che cambia per la squadra, poiché Farrell deve fare chiamate nel mezzo con il ritorno di Bundee Aki, nonché le probabilità di fondo e prendere due nomi da Gibson-Park, Casey e Conor Murray. Ci sarà qualche delusione. Ma Casey spera di aver fatto abbastanza ieri per non farlo suo.

“Oh, certo, speri di essere coinvolto ogni settimana”, dice. “Questo è quello che pensano gli allenatori, se pensano che posso ottenere quello che vogliono nel gioco, spero di essere coinvolto.

“Ma ci sono anche altre due classi nella squadra, quindi è sicuramente una competizione serrata. Vedremo cosa accadrà”.

Un litigio che probabilmente non aveva sentito 12 mesi prima.

READ  Rossi e Viviani sono i primi portabandiera italiani a Tokyo 2020

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.