The Weather Network – Il luogo più freddo della Terra ha appena registrato il secondo inverno più freddo mai registrato

Lunedì 11 ottobre 2021, 14:30 – La temperatura media giugno-agosto di -62,9°C è il secondo inverno antartico più freddo mai registrato, dietro solo alla stagione 2004 nel record meteorologico di 60 anni alla stazione di Amundsen-Scott al Polo Sud.

L’Antartide è nota per le sue temperature rigide. In effetti, è continente più freddo della terraE un nuovo rapporto dice che ha appena vissuto il suo secondo inverno più freddo di sempre.

secondo National Snow and Snow Data Center (NSIDC), l’inverno del 2021 è stato tra i più freddi mai registrati, con una temperatura di giugno, luglio e agosto inferiore di 3,4°C rispetto alla media 1981-2010, con una media di -62,9°C.

Guarda anche: Iceberg due volte più grande di Toronto si rompe dalla piattaforma di ghiaccio antartico

Il risultato significa che è il secondo inverno più freddo in Antartide (giugno, luglio e agosto), dopo solo la stagione 2004 nel record meteorologico di 60 anni alla stazione di Amundsen-Scott South Pole.

Durante il periodo di oscurità polare – da aprile a settembre – la temperatura media è stata di -60,9 gradi Celsius, che è un nuovo record per questi mesi. Questo tratto di sei mesi è anche il periodo più buio dell’Antartico, L’origine del soprannome di oscurità polare (chiamata anche notte polare). Qui il sole tramonta per l’ultima volta sotto l’orizzonte vicino all’equinozio di primavera e non sorgerà più fino all’avvicinarsi dell’equinozio d’autunno.

“L’atmosfera in realtà piega la luce solare, quindi otteniamo un po’ più di luce solare che copre il pianeta rispetto all’oscurità di circa 60 chilometri”, ha detto Tyler Hamilton, un meteorologo di The Weather Network.

READ  L'Etiopia espelle 7 funzionari delle Nazioni Unite per le pressioni sul blocco del Tigray

Ci sono molte cause di raffreddore

Il rapporto ha attribuito il raffreddore anomalo a molti dei colpevoli. I primi sono stati lunghi periodi di vento più forti della media che hanno coinvolto venti intorno al continente, che di solito separano la calotta glaciale dalle condizioni più calde.

“Due periodi di forti venti che circondano il continente proteggono davvero l’aria calda dall’infiltrarsi nell’interno freddo”, ha detto Hamilton.

Oltre al vento come fattore di raffreddamento, è stato osservato un forte vortice polare nell’atmosfera superiore, che ha provocato un grande buco nello strato di ozono.

oscurità polare

“Il buco dell’ozono sembra aver raggiunto il picco a partire da questo post, con misurazioni iniziali che indicano che si trova nel quartile superiore (il 25% più alto) degli eventi di riduzione dell’ozono dal 1979”, ha detto NSIDC.

Anche durante i mesi estivi in ​​Australia, le temperature non raggiungono realmente un valore caldo nell’Antartico. La stazione del Polo Sud di Amundsen-Scott si trova ad un’altitudine di 2.835 metri e ha una temperatura media mensile nell’estate australiana di -28 gradi Celsius, secondo il Fondazione Nazionale della Scienza (NSF).

Nell’inverno australiano, la temperatura media mensile è di -60°C.

Segui Nathan Howes su Twitter.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *