Tempio di culto dell'Impero Romano scoperto sotto un parcheggio in Italia | Notizie intelligenti

Tempio di culto dell'Impero Romano scoperto sotto un parcheggio in Italia |  Notizie intelligenti

Una veduta aerea delle mura del tempio scoperto a nord di Roma
Luca Primavesi / Progetto Spilo

In una piccola città a nord di Roma, i ricercatori hanno scoperto un tempio di 1.600 anni dedicato agli antenati dell'imperatore romano. Costruito durante l'epoca Costantino Nel IV secolo d.C. il tempio fa luce sul passaggio dell'impero dal culto pagano al cristianesimo.

Come storico alla Saint Louis University Douglas Bowen Recentemente annunciato in Istituto Archeologico d'AmericaDurante il suo incontro annuale, lui e il suo team hanno scoperto tre muri della “megastruttura” a Spello, in Italia, durante gli scavi della scorsa estate.

“Sarà di grande aiuto nella comprensione della città antica, dei paesaggi urbani antichi e della società cittadina nel tardo impero romano”, afferma Bowen nel suo articolo. dichiarazione. “Mostra una continuità tra il mondo pagano classico e il mondo paleocristiano romano che è spesso oscurato o cancellato da narrazioni storiche complete”.

Pareti del tempio con tenda

Il tempio è stato scoperto a Spello, in Italia.

Douglas Bowen/Il progetto Spilo

Bowen arrivò per la prima volta a Spello a causa di una lettera che Costantino scrisse ai cittadini durante il suo regno. Il manoscritto, una lettera ufficiale dell'imperatore, fu scoperto nel XVIII secolo e, secondo i rapporti, è ora esposto nel municipio di Sapelo. NewsweekAristos Georgiou. In esso Costantino concedeva agli spelesi il permesso di celebrare una festa religiosa nella propria città, anziché compiere un lungo viaggio verso un'altra, ad una condizione: dovevano costruire un tempio dedicato al culto degli antenati imperiali di Costantino.

A quel tempo, l’Impero Romano era nel mezzo di una drammatica trasformazione culturale. Dopo aver adorato per secoli divinità pagane come Giove, Giunone e Minerva, la sua gente accettò sempre più il cristianesimo. Costantino ha contribuito a guidare questo transizioneversione A decreto Consentire il culto cristiano nel 313 d.C

Tuttavia, la versione del IV secolo indica che l'imperatore sosteneva contemporaneamente diversi valori religiosi: oltre al cristianesimo, sembra che sostenesse “Culto dell'ImperoTradizione, che si basava sulla convinzione degli antichi romani che gli imperatori fossero figure divine.

Lavoro di squadra

Bowen pensava che il tempio potesse essere a Sapelo sulla base di una lettera scritta da Costantino.

Douglas Bowen/Il progetto Spilo

“L’idea che Costantino fosse coinvolto nella promozione del culto pagano di imperatori come lui [in] “Abbracciare il suo ritrovato cristianesimo è solo uno di quegli strani capitoli della storia che personalmente amo”, dice Bowen. Radio pubblica di St. LouisEileen Cha. “Ci dimostra che c'è molto di più nel nostro modo pulito e ordinato di dare un senso alle linee ondulate del passato di quanto potremmo sentirci a nostro agio ad ammettere.”

A Spello, la squadra di Bowen ha condotto immagini sotterranee per cercare potenziali siti archeologici. Sulla base delle loro scoperte, decisero di scavare il terreno sotto il parcheggio, dove scoprirono quelle che Bowen credeva fossero le mura interne del tempio. Descrive questa scoperta come la prova più importante delle pratiche di culto imperiale nel tardo Impero Romano.

“Ci sono prove provenienti da altre parti del mondo romano che i governanti cristiani sostenevano le pratiche di culto imperiali”, afferma Bowen. “Sapevamo che i pagani adoravano nei loro templi nel IV secolo, ma questi risultati erano tutti piccoli e insignificanti. Sapevamo che i cristiani sostenevano il culto imperiale, e lo sapevamo senza alcuna conoscenza di dove ciò sarebbe potuto accadere”.

Bowen e squadra

Lo storico Douglas Bowen, della Saint Louis University, raffigurato con la sua squadra nel sito archeologico

Douglas Bowen/Il progetto Spilo

Aggiunge che la struttura appena scoperta colma queste lacune nella documentazione storica. “Qualsiasi studio sul culto imperiale nell’Impero Romano nel IV secolo deve ora tenere conto di questo tempio”.

Come dice Bowen NewsweekÈ probabile che il tempio sia stato utilizzato per almeno due generazioni, anche da funzionari Vietato Pratiche pagane verso la fine del IV secolo. L'uso continuato del tempio durante un periodo di cambiamento culturale dimostra il suo ruolo di forza unificante.

“Questo edificio, in modo molto radicale, ci mostra il potere duraturo delle tradizioni pagane che esistevano sulla Terra per secoli prima dell'avvento del cristianesimo”, afferma Bowen nella dichiarazione. “Ci mostra come gli imperatori romani continuarono a negoziare i propri valori, speranze e sogni riguardo al futuro dell’imperatore e dell’impero senza abbattere o seppellire il passato”.

Ricevi le ultime storie nella tua casella di posta ogni giorno feriale.

READ  5 altri paesi nella lista Green Zone, tra cui Italia e Francia. Chi arriva in Romania da questi paesi non entra più in quarantena o in isolamento | InCont

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *