Solido secondo posto per Nasser e Matthew

Solido secondo posto per Nasser e Matthew

Nasser Al-Attiyah e il suo copilota, Mathieu Baumel, hanno portato a casa il vincitore della Dakar GR DKR Hilux T1+ al secondo posto, nonostante soffrissero di un problema di trazione posteriore sulla loro vettura, che li ha limitati alla sola trazione anteriore. Durante la tappa conclusiva di Baja Italia. Si sono classificati secondi, a soli 9 minuti e 27 secondi dal Toyota Hilux T1+ di proprietà privata di Yazeed Al Rajhi e del copilota Timo Gottschalk, che ha vinto l’evento per la terza volta consecutiva. Questa vittoria porta a quattro il numero totale di vittorie Baja Italia, tutte al volante di una Toyota Hilux.

Baja Italia è iniziata venerdì 7 luglio con una tappa di qualificazione di 10 chilometri, nei pressi della città italiana di Zopolo. L’equipaggio della TGR ha fatto segnare il terzo miglior tempo della giornata, preparandosi perfettamente all’attacco delle tappe successive del sabato. Tuttavia, hanno commesso un piccolo errore all’inizio e avrebbero potuto vincere la fase di qualificazione se non fosse stato per il piccolo inciampo.

Sono state poi corse altre due prove speciali che hanno avuto inizio nei pressi del paese di Bache e si sono concluse a Dejano. La tappa era lunga 131 km, con una zona neutra che divideva il percorso in due sezioni separate. Questo è stato il momento per Nasser e Matthew di prendere il controllo dell’azione, e i vincitori della Dakar 2023 lo hanno fatto senza esitazione. Dopo il primo passaggio sul palco, il loro vantaggio era di circa 13 secondi. Hanno notevolmente migliorato questo durante il secondo passaggio attraverso il palco, e hanno esteso il loro vantaggio su Yazeed e Timo a 1 minuto e 37 secondi prima che il sole tramontasse su Dignano.

READ  L'Italia approva il progetto di legge sull'accordo sull'immigrazione con l'Albania

Immagine 4

L’evento si è concluso con una tappa di 120 km da Dignano a Cordenons domenica mattina, ma durante questa sezione Nasser e Matteo hanno avuto un problema di resistenza posteriore con la loro vettura. Con solo una spinta a doppio senso, i due vedono diminuire il proprio vantaggio e alla fine scappano, consegnando la vittoria a Yazeed e Timo.

Mentre l’obiettivo principale di TGR rimane il FIA World Rally-Raid Championship (W2RC) come parte della sua preparazione per il Dakar Rally 2024, il team è anche l’attuale leader della FIA World Cup Cross Country Bajas. Pertanto, la partecipazione al prossimo round, Baja Aragon (21-23 luglio 2023), è una possibilità concreta.

Immagine 5

citazioni:
Alain Dujardin, Team Manager TGR W2RC: Vorremmo ringraziare il team organizzativo di Baja Italia per un altro grande evento – 30si edizione di questo fantastico gioco di corse, che presenta fantastiche gare sul letto del fiume. Allo stesso tempo, vorrei ringraziare Nasser e Matthew per aver svolto un lavoro straordinario, nonostante le difficoltà che hanno dovuto affrontare durante la maggior parte della fase finale. Infine, ci congratuliamo con Yazeed e Timo per aver vinto una gara difficile. Potremmo essere delusi di non aver vinto noi stessi, ma siamo comunque orgogliosi del nostro Hilux T1+ che ha raggiunto ancora una volta il gradino più alto del podio qui in Italia”.

Nasser Al-Attiyah: “Abbiamo avuto un buon fine settimana in Italia, e sembravamo forti all’inizio dell’ultima tappa. Sfortunatamente, abbiamo avuto un problema con la trazione posteriore, e abbiamo dovuto finire la gara solo con la trazione anteriore. Questo non è un buon modo per lottare per la vittoria, ma abbiamo comunque guadagnato dei punti preziosi per il trofeo”.

READ  Italia - Irlanda del Nord 2-0: il primo tempo forte vede l'Italia battere l'Irlanda del Nord

Mathieu Baumel: “Abbiamo iniziato la tappa finale con buone possibilità di portare a casa il trofeo, ma sfortunatamente dopo 10-15 km abbiamo avuto un problema di trazione posteriore e avevamo solo la trazione anteriore, quindi è stato difficile da gestire. Nasser ha fatto molto bene, ma puoi “Quando hai solo due ruote motrici, specialmente sul letto del fiume e sugli attraversamenti d’acqua. Siamo arrivati ​​secondi in gara e questo è un buon punto per la Coppa del Mondo, e siamo stati in grado di aumentare il nostro vantaggio”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *