Simonazzi e Noda sono saliti sul podio al Mugello nella F3 Austria Cup

Simonazzi e Noda sono saliti sul podio al Mugello nella F3 Austria Cup

Foto: Coppa Italia F2000

Francesco Simonazzi di PVM Racing si è preparato per la sua campagna nel campionato europeo di Formula con due vittorie nella Coppa austriaca di Formula 3 e il round inaugurale congiunto della Coppa Italia F2000 al Mugello.

Simonazzi ha condotto le qualifiche con un giro di 1.059 secondi, ma a causa della sua esperienza era un pilota ospite, e così il secondo pilota più veloce Juju Noda si è assicurato ufficialmente la pole position davanti a Paolo Brajnik.

Il trio era tra i sette piloti della Dallara 320 utilizzata in Euroformula, anche se solo Simonazzi è stato confermato per partecipare lì.

Il padre di Noda, Hideki, che gestisce il team Noda Racing alla guida di Juju, ha parlato con l’organizzatore di Euroformula GT Sport e ha indicato un interesse per le corse lì ed è entrato nei test pre-stagionali, ma era indeciso a partecipare. Euroformula rimane una considerazione “a seconda dei risultati” in Italia.

L’anno scorso Noda ha corso una FRegional nella serie W gestita centralmente e part-time nella F3 Cup austriaca, e nel 2023 correrà la stagione di sette round della F2000 Cup italiana e il percorso di Hockenheim nella F3 Cup austriaca.

Brajnik non è riuscito a partire la prima gara al Mugello, lasciando il suo posto in griglia vuoto, quindi Marco Falci era terzo quando le vetture si sono schierate per la gara.

Simonazzi parte benissimo e tira largo, mentre Noda inciampa. È scesa al quarto posto, perdendo un’altra posizione alla prima curva, ed è stata successivamente superata da Alessandro Braccalente per circa un giro per finire settima.

READ  La carriera motociclistica di Cravar è alimentata dalla famiglia

Un distacco di 2,269 secondi si è aperto tra Simonazzi e Benjamin Berta, secondo, al terzo giro, mentre Noda ha messo sotto pressione Braccalente ma non è riuscito a superarlo.

Alla fine ho ottenuto una posizione all’ottavo giro quando Francesco Galli è uscito in testacoda dalla terza posizione, forse a causa di un leggero attrito di Falci che ha ribaltato le vetture delle classi inferiori, ma non ci sono stati ulteriori guadagni con la safety car in uscita in quel momento.

L’enorme vantaggio di Simonazzi si è ridotto a zero ed è rimasto dietro la safety car fino alla fine del 12° giro quando Edoardo Bonanomi si è fermato in pista dopo aver recuperato la vettura di Galli.

La safety car è rientrata ai box dopo che il cronometro di gara era arrivato a zero, con un tabellone “più un giro” visualizzato quando i piloti hanno raggiunto la linea di partenza/arrivo. A un giro dall’inizio dell’azione con bandiera verde, Simonazzi si è allontanato di nuovo e ha superato Noda Braccalente per il quinto posto. Falci ha mantenuto il terzo posto, 0.011 secondi dietro, davanti a Sandro Zeller.

Noda è partito decisamente meglio in gara due, conservando la seconda posizione ma non avendo una risposta al Pullman Simonazzi. Era in vantaggio di 3,923 secondi dopo tre giri, e il distacco è rimasto fino al settimo giro, quando Noda ha chiuso di 1,988 secondi. Il distacco è diminuito di 1,583 secondi al giro dopo che Simonazzi ha affrontato il traffico di doppiaggio.

Noda aveva solo 0,121 secondi di ritardo quando Simonazzi ha ricevuto una penalità di tre secondi per aver abusato dei limiti della corsia, dopodiché ha iniziato a staccarsi ed è riuscito a fare abbastanza progressi per annullare la penalità e vincere.

READ  Grecia e Italia si affrontano nella partita dell'Australian Football League

Falsi ha trascorso molti giri venendo attaccato da Praccalente per il terzo posto fino alla seconda metà della gara, quando hanno incontrato traffico che lambiva. Bernardo Pellegrini ha approfittato delle difficoltà nel traffico di Braccalente per passarlo per il quarto posto, poi quest’ultimo ha avuto un incidente con Savatore Marinaro che gli è valso una penalità di 10 secondi e lo ha fatto retrocedere dal quinto all’ottavo posto.

Rapporto sui risultati
Gara 1 (13 giri)
1 Francesco Simonazzi, BVM Racing, 28 minuti, 10,411 secondi
2 Benjamin Berta Franz Wuss Racing +2.677s
3 Marco Falci Nannini Racing + 4.183 sec
4 Sandro Zeller Jo Zeller Racing + 4.194 sec
5 Juju Noda Noda Racing + 4.699s
6 Alessandro Bracalente Una prestazione sportiva + 5.491 sec
7 Riccardo Perego Team Perego + 14.301 s
8 Dino Racero Powersport +15.147sec
9 Andrea Biennale Powersport +16.796 s
10 Enzo Stentella Tvs Motorsport +16.953 secondi
Pole: Simonazzi, 1m39.192s
Giro più veloce: Simonazzi

Gara 2 (16 giri)
1 Simonazzi, 27 minuti, 15,968 secondi
2 nodi + 0,443 s
3 Falso +20,461 s
(4) Bernardo Pellegrini Ht + 28.668 sec
5 zeller +33,974 sec
6 Francesco Galli G Motorsport +34.253 s
7 Berta +40.036 s
8 s Pracalente +40.977 s
9 Rasero + 51.937s
10 perego + 1 giorno 19,148 s
Florida: Simonazzi, 1m39.254s

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *