Scienziati unici e impressionati … il dinosauro più strano della storia

Un team internazionale di scienziati guidati da ricercatori dell’Università di Portsmouth e del Museo statale di storia naturale della Germania ha scoperto il dinosauro dall’aspetto più accurato ed elegante di sempre, che dicono faccia luce su Come gli uccelli come i pavoni hanno ereditato la loro capacità di mostrare le loro piume colorate e sorprendenti.

Secondo Studiare Pubblicato sulla rivista Cretaceous Research, ciò che distingue il nuovo dinosauro, il dinosauro a due zampe delle dimensioni di un pollo che visse 110 milioni di anni fa nell’attuale Brasile nord-orientale, è la presenza di un lungo pelo sotto la schiena e di dure strisce che sporgono dalle sue spalle. Tratti mai visti prima nella documentazione sui fossili.

unico

E chiamò questo dinosauro “Ubirajara jubatus” dal nome del maestro della lancia indiana “Tupi”, in riferimento alle cinghie sulle sue spalle, e “jubatus” deriva dal significato latino (con criniera) o incoronato.

Secondo gli scienziati, il dinosauro all’interno era un normale dinosauro con uno scheletro simile a molti piccoli dinosauri del precedente periodo Giurassico. Dall’esterno era molto diverso. Uberagara è stato il primo dinosauro non volante trovato con la pelle preservata nell’antico subcontinente, nel Gondwana. Utilizzando i raggi X, i ricercatori che hanno partecipato allo studio hanno scoperto gli elementi strutturali e i tessuti molli precedentemente nascosti, consentendo ai ricercatori di costruire un’immagine chiara di questo strano dinosauro.

Gli scienziati ritengono che le strisce di questo strano dinosauro che sporgono dalle sue spalle, che si ritiene siano fatte di cheratina, provengono dalla stessa sostanza che compone i capelli e le unghie, e sono state utilizzate per abbagliare al fine di accoppiarsi o per terrorizzare i nemici.

READ  I barometri in Asia "esplodono" tra picchi record e tempeste

“Questi nastri sono diversi da qualsiasi cosa tu abbia visto in natura prima”, dice David Martel, professore di paleontologia presso l’Università di Portsmouth, che ha contribuito allo studio. “Ci sono molti altri strani dinosauri, ma questo dinosauro non assomiglia a nessuno di loro”.

Ci sono molti strani dinosauri, ma questo dinosauro è il più strano (allert urico)

Spalline

I ricercatori hanno descritto gli spallacci lunghi, piatti e rigidi di cheratina come “vaghi” e sono stati posizionati sulla spalla in modo da non ostacolare la libertà di movimento delle braccia e delle gambe, poiché ciò avrebbe limitato la capacità dell’animale di cacciare, preparare e inviare segnali.

Inoltre, queste strisce non sono né scaglie né fuggitivi, né piume nel senso moderno. Ma sembrano strutture uniche per questo animale. Gli scienziati ritengono che queste strutture elaborate possano aver migliorato le possibilità di sopravvivenza del giovane dinosauro.

Mentre molti dinosauri avevano cime ossute, spine e decorazioni, avrebbero potuto usarli per mettersi in mostra, questo piccolo dinosauro aveva usato la cheratina, che è un’alternativa molto migliore a un piccolo animale, perché – cioè, cheratina – non richiede tanta energia dal corpo quanto le ossa per produrla. È leggero, flessibile e può essere sostituito regolarmente se danneggiato.

Maschio, non femmina

Anche se non ci sono prove per questo, ma il professor David Martel crede che il fossile di dinosauro sia un maschio, a causa della disparità tra uccelli maschi e femmine, poiché sono gli uccelli maschi che hanno le caratteristiche che cercano di attrarre le femmine per accoppiarsi.

“È possibile che il campione fosse maschio, ma anche giovane”, dice Martel, “il che è sorprendente dato che le capacità di visualizzazione più complesse sono riservate ai maschi adulti”.

READ  Un asteroide potrebbe entrare in collisione con la Terra presto!

Gli uccelli moderni sono famosi per le loro piume elaborate e per le esposizioni utilizzate per attirare i loro compagni, come pavoni e uccelli del paradiso maschi, e il dinosauro “Uberagara” spiega che questa tendenza a mettersi in mostra non è una caratteristica unica degli uccelli, ma piuttosto qualcosa che gli uccelli hanno ereditato dai loro antenati dinosauri.

Da parte sua, il ricercatore Robert Smith, dell’Università di Portsmouth, che è coinvolto nello studio, osserva che le caratteristiche di questo piccolo dinosauro prendono vita, il che solleva la questione del motivo della decorazione in questo modo, che lo rende chiaramente visibile sia alla sua preda che agli animali che vogliono divorarlo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *