Romelu Lukaku giocherà il ritorno della semifinale di Coppa Italia dopo che la sua squalifica è stata annullata

Romelu Lukaku giocherà il ritorno della semifinale di Coppa Italia dopo che la sua squalifica è stata annullata

Romelu Lukaku giocherà il ritorno della semifinale di Coppa Italia contro la Juventus dopo che la sua squalifica è stata annullata…

Da Reuters

00:00 23 aprile 2023 aggiornato 01:41 23 aprile 2023

  • Venerdì la Corte d’Appello dello Sport italiana ha confermato il divieto di Romelu Lukaku
  • Gabrielle Gravina ha revocato la sospensione come misura antirazzista
  • L’attaccante dell’Inter ha subito abusi razzisti durante l’andata in casa della Juventus

L’attaccante dell’Inter Romelu Lukaku giocherà il ritorno della semifinale di Coppa Italia contro la Juventus mercoledì dopo che la sua squalifica di sabato è stata annullata dal presidente della Federcalcio italiana (FIGC) come misura contro il razzismo.

L’Inter ha espresso disappunto venerdì quando la Corte d’appello dello sport italiana ha confermato il divieto imposto a Lukaku dopo che era stato espulso per doppia ammonizione, affermando che il belga era stato punito nonostante avesse subito abusi razzisti nella semifinale di andata.

Tuttavia, il presidente della federazione Gabriele Gravina ha revocato la sospensione dopo aver valutato il rapporto della Procura federale, ha detto la federazione.

Il comunicato aggiungeva che il rapporto indicava “inequivocabilmente che il comportamento del giocatore sanzionato dal match manager era seguito a gravi e ripetute manifestazioni di odio e discriminazione razziale da parte dei tifosi avversari”.

“Il provvedimento ribadisce come la lotta a ogni forma di razzismo sia uno dei principi fondamentali della disciplina sportiva”, si legge nel comunicato.

L’attaccante Romelu Lukaku giocherà il ritorno della semifinale di Coppa Italia contro la Juventus.
Il presidente della Federazione Gabriele Gravina ha annullato la sospensione come misura antirazzista

Lukaku è stato soddisfatto della decisione, dicendo che il presidente ha mostrato grande sensibilità alla situazione.

“Penso che grazie al suo intervento sia stata fatta giustizia e che mandi un grande messaggio a tutto il mondo dello sport e non solo”, ha detto Lukaku.

READ  ASK Italian lancia il suo menù primaverile e ci fa sognare l'Italia

Ciò ha dimostrato che esiste il desiderio di combattere il razzismo.

I rappresentanti del giocatore hanno affermato che l’attaccante è stato oggetto di abusi razzisti durante l’andata in Juventus prima, durante e dopo il calcio di rigore, quando ha segnato per garantire l’1-1 per l’Inter.

Lukaku è stato poi espulso dopo aver ricevuto un secondo cartellino giallo per aver festeggiato il gol, mentre portava il dito alla bocca davanti ai tifosi della Juventus, un gesto che è stato visto come provocatorio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *