Quanti esseri umani servirebbero per costruire una colonia su Marte? Gli scienziati dicono semplicemente…

Quanti esseri umani servirebbero per costruire una colonia su Marte?  Gli scienziati dicono semplicemente…

I ricercatori hanno scoperto che un tipo di personalità gradevole ha maggiori probabilità di rimanere su Marte

Gli scienziati hanno rivelato il numero minimo di astronauti necessari per costruire e mantenere una colonia su Marte. Un nuovo studio condotto da ricercatori, compresi quelli della George Mason University, suggerisce che una colonia su Marte potrebbe essere costruita e mantenuta con un minimo di 22 astronauti. indipendente menzionato.

Questo risultato mette in discussione le stime precedenti, che indicavano che sarebbero necessarie tra le 100 e le 500 persone per un insediamento autosufficiente sul Pianeta Rosso. La nuova analisi, che non è stata ancora rivista, è pubblicata su arXiv.

Per effettuare una nuova stima, i ricercatori hanno anche preso in considerazione il comportamento sociale e psicologico umano, nonché la continuità delle interazioni tra le persone. Combinando questi fattori, i ricercatori sono giunti alla sorprendente conclusione che solo 22 persone potrebbero essere sufficienti per costruire e mantenere una colonia su Marte.

Vale la pena notare che le agenzie spaziali di tutto il mondo che esplorano Marte da diversi anni hanno affermato che la costruzione di un insediamento umano su Marte sarebbe un problema ingegneristico incredibilmente complesso. Inoltre, qualsiasi habitat costruito su Marte dovrebbe essere in gran parte autosufficiente, poiché le risorse sono limitate.

I ricercatori affermano che i futuri coloni dovranno sopportare anche le sfide del comportamento psicologico e umano.

Per il nuovo studio, gli scienziati hanno analizzato i dati di team ad alte prestazioni in ambienti isolati e ad alta pressione, e hanno cercato di comprendere meglio le interazioni che potrebbero verificarsi tra i coloni di Marte.

READ  Ontario Marie positiva per strangolamento

“Cerchiamo di identificare le aree che devono essere prese in considerazione quando si pianifica una colonia e di suggerire una dimensione minima iniziale della popolazione richiesta per stabilire una colonia stabile”, hanno scritto nello studio.

I ricercatori hanno utilizzato una simulazione al computer chiamata modellazione basata su agenti per prevedere la sopravvivenza di un habitat umano su Marte in varie condizioni. La simulazione ha preso in considerazione fattori individuali come metabolismo, resilienza, abilità e livelli di stress, nonché quattro diversi profili psicologici.

Le simulazioni hanno mostrato che una popolazione iniziale di 22 individui sarebbe il minimo richiesto per mantenere una dimensione di colonia vitale a lungo termine. Inoltre, lo studio ha scoperto che gli individui con un tipo di personalità “accettabile” avevano maggiori probabilità di sopravvivere, mentre quelli con una psicologia “nevrotica” avevano un tasso di mortalità più elevato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *