Petroliera russa colpita dalle sanzioni statunitensi diretta in Malesia

KUALA LUMPUR (Reuters) – Una nave battente bandiera russa presa di mira dalle sanzioni statunitensi e sospettata di trasportare petrolio iraniano diretto in Malesia, lo hanno mostrato i dati di spedizione lunedì, in mezzo al controllo accresciuto delle compagnie collegate a Mosca in seguito all’invasione dell’Ucraina.

La Linda, una nave cisterna per petrolio greggio identificata in un documento del Tesoro degli Stati Uniti che descrive in dettaglio le sanzioni contro la Russia, si trovava nell’Oceano Indiano e dovrebbe arrivare domenica al porto di Sungai Linggi, sulla costa occidentale della Malesia, secondo i dati del sito web di monitoraggio delle navi MarineTraffic .com.

Non è stato immediatamente chiaro se le autorità in Malesia stessero pianificando di consentire l’attracco della nave. La Marina e il Dipartimento di Stato non hanno risposto alle richieste di commento.

Registrati ora per ottenere l’accesso illimitato e gratuito a Reuters.com

Mappa che mostra l’ultima posizione della petroliera russa “Linda” prima della chiusura del suo sistema AIS

Il gruppo United Against a Nuclear Iran, che monitora il movimento delle petroliere legate all’Iran monitorando navi e satelliti, ha affermato che Linda stava trasportando petrolio iraniano trasferito da un’altra nave in mare il 30 gennaio.

Claire Jungmann, capo dello staff dell’UANI, ha detto a Reuters, citando i dati satellitari, che la nave aveva caricato petrolio greggio da un porto iraniano dieci giorni prima che il trasferimento fosse effettuato a Linda.

Reuters non ha potuto verificare in modo indipendente le informazioni.

Jongman ha detto che la destinazione del petrolio non era nota, ma potrebbe essere trasferita su un’altra nave al largo delle acque malesi o di Singapore.

Secondo gli Stati Uniti, Linda è di proprietà di PSB Leasing, un’unità della banca russa Promsvyazbank, anch’essa colpita da sanzioni internazionali.

READ  Risposta incredibilmente scarsa: un osservatore del settore sbatte BC dopo la morte di 4 minatori in Burkina Faso

In una dichiarazione inviata a Reuters, Promsfaizbank ha affermato che PSB Leasing non possiede Linda, aggiungendo che il proprietario della nave ha sostituito la nave nell’aprile 2021. La banca non ha detto chi fosse il proprietario.

Sabato, le autorità francesi hanno sequestrato un’altra nave, la Baltic Leader, che secondo loro era di proprietà di PSB Leasing.

Allo stesso modo, Promsvyazbank ha negato che la sua controllata fosse proprietaria della nave. Per saperne di più

Registrati ora per ottenere l’accesso illimitato e gratuito a Reuters.com

(Segnalazione di Rosanna Latif) Montaggio di Martin Petty, Tomasz Janowski e Richard Boleyn

I nostri criteri: Principi di fiducia di Thomson Reuters.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.