Ottawa ha esortato a prendere in considerazione il sistema della data di scadenza nel tentativo di ridurre i rifiuti alimentari – Canada News

Ottawa ha esortato a prendere in considerazione il sistema della data di scadenza nel tentativo di ridurre i rifiuti alimentari – Canada News

Gli esperti affermano che l’incomprensione dei canadesi sulle date di scadenza potrebbe contribuire all’aumento dello spreco alimentare, e quindi all’insicurezza alimentare, mentre un comitato governativo sollecita Ottawa a studiare la questione.

Un rapporto sull’accessibilità dei generi alimentari della Commissione per l’agricoltura e gli alimenti agroalimentari della Camera dei Comuni include argomentazioni secondo cui il Canada sta eliminando le date di scadenza a causa del diffuso malinteso secondo cui indicano se un prodotto è sicuro da consumare.

Gli esperti dicono che tutto ciò che indicano è quando un prodotto ha superato la sua massima freschezza.

“C’è molta confusione sul significato delle etichette alimentari”, ha detto martedì Kate Parisot, professoressa dell’Università di Guelph che studia lo spreco alimentare.

“Molte persone pensano che sia meglio prima delle date di scadenza, quando ci sono pochissimi prodotti in Canada che hanno una data di scadenza corretta.”

In generale, gli unici alimenti che hanno una durata di conservazione scaduta sono quelli con esigenze nutrizionali specifiche che possono deteriorarsi nel tempo, come il latte artificiale. D’altra parte, è preferibile mangiare i datteri prima di mangiare cibi che dovrebbero deteriorarsi entro 90 giorni.

Tuttavia, i produttori e i trasformatori di alimenti tendono a schiaffeggiarlo su tutti i tipi di prodotti, ha sottolineato Parisot, ed è di beneficio limitato.

READ  Uno studio legale internazionale apre una sede a Roma, ampliando la propria presenza nell'Unione Europea

“Penso che molte persone abbiano questa idea che prima che le date vengano fissate dagli scienziati in un laboratorio che misurano il numero di giorni prima che un prodotto si rovini”, ha detto.

“Non è così che funziona. È qualcosa che il governo dice ai produttori che devono capire internamente, quindi è una specie di scatola nera”.

Parisot ha incoraggiato i consumatori a saperne di più sulla sicurezza alimentare in modo che possano determinare se i generi alimentari sono viziati.

“Siamo completamente disconnessi dalle nostre fonti di cibo. Non sappiamo quando un prodotto è stato raccolto. Non sappiamo per quanto tempo dovrebbe rimanere buono”, ha detto.

“Quindi, se qualcuno mette i peperoni nel cellophane e ci mette sopra un’etichetta, diciamo, ‘Okay, funziona. Posso fidarmi di qualunque cosa ci sia sull’etichetta. Anche perché non capiamo come sia arrivata quella decisione.

Lori Nickel, CEO di Second Harvest Canada, è stata citata in un rapporto del governo affermando che Best Before Dates incoraggia le persone ad abbandonare “il cibo perfettamente buono” quando molti muoiono di fame a causa dell’aumento dei costi.

“In che modo l’eliminazione delle date ‘da consumarsi preferibilmente entro’ sugli alimenti influenzerà i canadesi”, ha affermato nel rapporto pubblicato il mese scorso, che raccomanda al governo di indagare.

È favorevole all’eliminazione delle etichette, ha affermato Michael von Massow, un esperto di etichette alimentari che insegna anche all’Università di Guelph.

“Poiché sono stati interpretati male, penso che ci sia un valore reale nell’eliminarli”, ha detto.

La misura in cui lo spreco alimentare aumenta i costi non è chiara, ha affermato von Massow, anche se ha senso che svolga un ruolo riducendo l’offerta e aumentando la domanda di generi alimentari.

READ  DIHK: Stai zitto - l'economia

“Se ci sbarazzassimo di meno cose, risparmieremmo denaro sulle nostre case, anche se i prezzi non cambiassero”, ha detto von Massow.

“Quindi penso che ci sia un argomento secondo cui i prezzi potrebbero cambiare se riduciamo alcuni prodotti. Ma anche se non cambia, se aggiungiamo qualche altra cosa, il nostro budget per la spesa diminuirà”.

Il suggerimento che il governo studi i potenziali impatti della rimozione delle date prima del previsto è uno dei 13 nel rapporto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *