Non c’è niente di superficiale nell’innamorarsi di questa bellissima torta italiana – Marine Independent Journal

Esistono tre tipi di meringa: svizzera, francese e italiana. La principale differenza tra queste meringhe è il modo in cui viene aggiunto lo zucchero.

Anche se hanno tutti i fan, adoro lavorare con la meringa italiana perché è così indulgente, motivo per cui metto in risalto la torta di meringa al limone.

Prima di tutto, questa torta è deliziosa nella consistenza e nell’aspetto. E mentre è solo uno strato, il vortice leggermente carbonizzato della meringa alza il livello per una celebrazione speciale. lei è molto bella

Puoi provare a creare ricci con un cucchiaio o un cucchiaio offset.

Se non ti piace il tuo vortice, appiattiscilo e riprova.

Come la maggior parte delle ricette, è importante leggere completamente le istruzioni prima di iniziare a preparare la torta. In questo caso, è particolarmente importante che tutti gli ingredienti per la glassa siano misurati e preparati prima dell’inizio della ricetta perché si uniscono rapidamente e il tempismo è importante.

Fotografia di Claudia Alexander

La meringa italiana è uno dei tre tipi, ma è il più tollerante di loro.

La torta finita è la migliore il giorno in cui è stata preparata. Tuttavia, ho fatto colazione il giorno successivo e devo ammettere che è scappato facilmente con il mio caffè.

Claudia Alexander cucina felicemente per la famiglia e gli amici da più di tre decenni. Ha un blog alimentare bisettimanale, sweetbynurture.com. Contattala a [email protected]

Ricetta

Torta al limone

Torta:

1 tazza di burro non salato, sciolto e raffreddato

1 2/3 di tazza di farina per tutti gli usi

1 cucchiaino di sale kosher

2 cucchiaini di lievito in polvere

4 uova, a temperatura ambiente

4-5 cucchiaini di scorza di limone finemente grattugiata (Meyer Lemon se puoi averlo)

1¼ tazza di zucchero semolato

2 cucchiaini di estratto di vaniglia

Mezza tazza di panna acida

Preriscaldate il forno a 350 gradi. Ungere una teglia da forno da 8×12 pollici con il burro e adagiarla con carta da forno, lasciando qualche centimetro di carta appesa sul bordo per aiutare a sollevare la torta dalla teglia dopo che è cotta.

In una ciotola media, mescolare la farina, il sale e il lievito e lasciarli da parte. Aggiungere le uova e lo zucchero in una terrina e sbattere ad alta velocità finché non diventano color limone, circa 4 minuti. Aggiungere la miscela di farina, burro, scorza e vaniglia e mescolare fino a ottenere un composto omogeneo. Infine, aggiungi la panna acida. Versare in una padella, appiattire la parte superiore e infornare per 30-35 minuti o finché il tester per stuzzicadenti non risulta pulito. Lasciar raffreddare in padella per 10 minuti, quindi girarlo su una gratella e lasciarlo raffreddare completamente prima di guarnire.

Ora puoi avvolgere la torta strettamente nella pellicola e si manterrà per un giorno.

meringa:

1 1/3 di tazza di zucchero semolato

Mezza tazza d’acqua

¼ 1 cucchiaino di cremor tartaro

4 albumi a temperatura ambiente

Mettere l’albume e il cremor tartaro nella ciotola di una planetaria con la frusta.

In una casseruola a fuoco medio munita di termometro per dessert, mescolate acqua e zucchero, e mescolate fino a quando il composto inizia a bollire, quindi smettete di mescolare. Quando la temperatura raggiunge i 230 gradi, inizia a montare i bianchi per creare una consistenza spumosa. Quando lo sciroppo di zucchero raggiunge i 240 gradi (avviene velocemente, quindi fai attenzione), aumenta la velocità del mixer al massimo e versa lo sciroppo lungo l’interno della ciotola. In questo modo lo sciroppo viene incorporato nell’albume prima che abbia il tempo di indurirsi.

Continua a sbattere l’albume per 8 minuti. Vuoi una consistenza solida e brillante che si stenda facilmente su una torta refrigerata. Usa una fiamma ossidrica o una griglia per finire un po ‘la glassa se il fuoco produce un effetto marshmallow.

– Adattato da Martha Stewart Living Magazine

READ  L'Italia esprime il proprio interesse ad ospitare il Campionato del Mondo ISSF 2022

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *