Mihajlovic Bologna: “La talpa? Stiamo indagando, siamo vicini a trovarla”

Allenatore Bologna Sinisa Mihajlovic Parla ai microfoni Dazen A margine di Kuo dalla sua squadra all’Inter. Ecco tutte le sue dichiarazioni.

Nel primo tempo non sei riuscito ad entrare molto nell’area.
“Oggi non eravamo come al solito. Forse non ero chiaro, ho cambiato modulo perché non avevo molti cambi offensivi: avevo solo Vignato, che gioca meglio sulla sinistra. Ho provato a cambiare sistema e mettere i due in attacco con un difensore in più. Forse è stato accettato. Il cambio è brutto, ma credo sia stato abbastanza chiaro, non siamo venuti qui per perdere, il secondo gol ci ha tagliato un po ‘le gambe, nella ripresa siamo partiti meglio e abbiamo segnato il gol, dopo due minuti ci siamo ripresi. Ho messo tre Primavera, e non era che stessimo giocando con una squadra. La mia recitazione, ma con l’Inter, quindi è stato difficile “.

La mancanza di aggressività era una scelta?
“Non era un’opzione, la nostra scelta sarebbe stata sempre alta. Abbiamo cambiato molto, ma non abbiamo dovuto cambiare mentalità. Invece, vediamo che con un difensore in più pensavano che dovevamo aspettare. Mi dispiace, ma come ho detto l’aspetto è cambiato di fatto”. Che non avevo giocatori offensivi. A partire da Vignato avrei messo in campo tutta la potenza offensiva e non avrei potuto cambiare. Poi abbiamo messo qualche Primavera: sono contento per loro, ma a San Siro non è facile fare gol. Non sono le partite che dovrebbero essere. Per vincerla, anche se ti aspetti più aggressività “.

La figura con l’aggressività potrebbe essere utile?
“Le unità non c’entrano niente, sono i tuoi giornalisti. Ciò che conta è la situazione: puoi fare qualsiasi unità, ma se non hai la mentalità giusta … non c’è unità che ti fa vincere le partite, puoi provare a mettere un giocatore al posto giusto, ma poi lo sei La mentalità conta. Ed è quello che ci è mancato oggi, perché non eravamo convinti di quello che dovevamo fare, forse perché abbiamo messo un difensore in più e qualcuno pensava che fossimo quelli che venivano qui per difendere da zero a zero. Invece dobbiamo sempre giocare per vincere, anche contro l’Inter, come abbiamo dimostrato. In passato. Ma va bene così “.

READ  Qualificazioni Euro 2020: Advance Ungheria, Scozia e Slovacchia

È riuscito a trovare la talpa?
“No, altrimenti si sarebbe saputo. Perché sarebbe rimasto in casa a nascondersi. Purtroppo stiamo ancora indagando su di lei, ma ogni giorno ci avviciniamo per trovarla.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *