Migliaia di trattori bloccano il traffico a Berlino a causa dei piani per eliminare i sussidi al diesel | Notizie sull'agricoltura

Migliaia di trattori bloccano il traffico a Berlino a causa dei piani per eliminare i sussidi al diesel |  Notizie sull'agricoltura

Gli agricoltori si sono uniti ad una marcia nella capitale tedesca per chiedere un ripensamento del piano del governo volto a porre fine agli sgravi fiscali sul carburante.

Migliaia di agricoltori, camionisti e lavoratori agricoli tedeschi con trattori e altre attrezzature pesanti si sono riuniti davanti alla Porta di Brandeburgo, nel centro di Berlino, per manifestare contro i piani del governo di porre fine alle agevolazioni fiscali sul carburante diesel.

La polizia stima che almeno 3.000 trattori siano arrivati ​​lunedì per la protesta e che altri 2.000 fossero in viaggio al culmine delle proteste durate una settimana.

I trattori hanno bloccato il traffico in alcune parti della città e l'agenzia dei trasporti pubblici di Berlino ha segnalato notevoli ritardi nel servizio. Circa 10.000 persone hanno registrato i loro nomi per partecipare alle manifestazioni contro i piani del cancelliere Olaf Schulz di ridurre il sostegno, ma la polizia di Berlino si aspettava che partecipassero di più.

Il capo della polizia di Berlino, Barbara Slovic, ha detto ai leader della città che un totale di 1.300 agenti di polizia sono stati schierati nelle proteste.

Il ministro delle Finanze Christian Lindner si è rivolto a migliaia di agricoltori che protestavano e ha detto che non c'erano soldi per ulteriore sostegno.

“Non posso promettervi più aiuti statali dal bilancio federale”, ha detto Lindner alla folla davanti alla Porta di Brandeburgo.

“Ma insieme possiamo lottare per più libertà e rispetto per il vostro lavoro”.

“Rispetto ogni politico che è pronto a venire da noi”, ha detto il presidente dell'Unione degli agricoltori Joachim Rokoed, che ha dovuto prendere il microfono da Lindner e pregare la folla di smetterla di fischiarlo per sentire cosa aveva da dire il ministro.

READ  Il principe William ritira il suo sostegno al principe Carlo come capo del Commonwealth?

“Il ministro delle Finanze è qui”, ha detto. “Non ha senso prenderlo in giro.”

Gli agricoltori tedeschi protestano contro la riduzione dei sussidi fiscali sulle auto [Liesa Johannssen/Reuters]

Dominic Kane di Al Jazeera, riferendo da Berlino, ha detto che i commenti di Linder alla protesta sono stati accolti con “falsi” appelli e richieste di nuove elezioni da parte della folla.

“I contadini credono che la società tedesca, la società diffusa, li sostenga anche se il centro di Berlino è fermo”, ha detto.

Ha detto: “La domanda ora davanti alla comunità contadina è: le proteste si fermeranno oggi o si estenderanno ulteriormente?”

Nell’ultima settimana, gli agricoltori hanno bloccato gli ingressi autostradali e rallentato il traffico in tutta la Germania, esprimendo insoddisfazione per le concessioni già fatte dal governo.

Berlino ha annunciato l'intenzione di tagliare i sussidi e le agevolazioni fiscali sui veicoli diesel e agricoli dopo che una sentenza del tribunale ha creato un buco multimiliardario nel bilancio governativo, costringendo la coalizione di Schulz a trovare dei risparmi.

Il governo, che in parte si è tirato indietro rispetto a questi piani, ha difeso i tagli sottolineando l’aumento del reddito degli agricoltori negli ultimi anni.

Nell’anno fiscale 2022-2023, le aziende agricole hanno realizzato profitti record di 115.400 euro (126.000 dollari) in media, in aumento del 45% rispetto all’anno precedente, secondo i dati del settore.

Il 4 gennaio, il governo ha dichiarato che l’esenzione fiscale per i veicoli agricoli sarebbe stata mantenuta e che sarebbero state apportate riduzioni delle esenzioni fiscali sul diesel nell’arco di tre anni.

“Abbiamo preso sul serio le argomentazioni degli agricoltori”, ha detto Schulz in un videomessaggio sabato, aggiungendo di ritenere che il governo abbia raggiunto un “buon accordo”.

READ  La polizia svedese autorizza la protesta di un uomo che intende bruciare la Torah e la Bibbia davanti all'ambasciata israeliana

Ma gli agricoltori, che godono del sostegno dell’opposizione conservatrice e dei partiti di estrema destra, affermano che le concessioni fatte dal governo non sono sufficienti.

“Gli agricoltori moriranno”, ha detto domenica l’agricoltore Karl Wilhelm Kempner mentre saliva su un autobus a Colonia diretto alla manifestazione.

“La popolazione deve capire che verrà importato più cibo” se i sussidi non verranno ripristinati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *