‘Mi vergogno da italiano’: Giorgio Chiellini condanna gli abusi razzisti ‘inaccettabili’

‘Mi vergogno come italiano’: Giorgio Chiellini condanna gli abusi razzisti ‘inaccettabili’ contro il trio del Napoli da parte dei tifosi della Fiorentina mentre il veterano insiste: ‘È propaganda spaventosa per l’Italia all’estero’

  • Giorgio Chiellini ha espresso la sua vergogna per ulteriori abusi razzisti in Italia
  • Tre stelle del Napoli sono state maltrattate razzialmente dai tifosi della Fiorentina in questa stagione
  • Chiellini afferma che gli incidenti razzisti sono “propaganda spaventosa” per l’Italia all’estero
  • I campioni d’Europa sperano di continuare la loro corsa imbattuta questo mese


Roberto Mancini ha invocato l’idea di estendere la striscia di 37 partite imbattute della sua squadra oltre la Coppa del Mondo del prossimo anno e Giorgio Chiellini ha ammirato le qualità energiche della gloria di Euro 2020.

Ma il bagliore dell’Italia dopo Wembley e il loro tentativo di aggiungere la Nations League al titolo europeo è stato oscurato da una brutta epidemia di abusi razzisti da parte dei tifosi della Fiorentina che domenica hanno preso di mira Kalidou Koulibaly, Victor Osimhen e Andre Frank Anguesa.

“Non è accettabile”, ha detto Chiellini. ‘Mi vergognavo come italiano, come toscano. È un peccato perché in Europa si parla dell’Italia come di un paese razzista e non credo che lo sia necessariamente.

Giorgio Chiellini dice che “si vergogna come italiano” dopo altri abusi razzisti nel suo paese

Tutti devono impegnarsi di più. È una propaganda spaventosa per l’Italia all’estero. Tutti dobbiamo fare uno sforzo, ma abbiamo bisogno di leggi che vengano applicate. Questa è la cosa più importante.

READ  Euro 2020: cruciale per l'Italia il comportamento scioccante e pericoloso di Giorgio Chiellini

Chiellini, il più grande statista del calcio italiano, ha iniziato la stagione alla grande per club e nazionale, ed è stato ringiovanito dall’emozione del successo a Euro 2020 quando la squadra di Mancini ha battuto l’Inghilterra ai rigori in finale.

“I ricordi sono freschi e le sensazioni sono ancora nelle nostre menti e nei nostri cuori”, ha detto il 37enne capitano dell’Italia e della Juventus. Ho avuto una vera spinta e un aumento in termini di energia negli ultimi mesi.

Victor Osimhen (a sinistra), Kalidou Koulibaly (a destra) e Andre Frank Anguisa (non nella foto) del Napoli sono stati maltrattati razzialmente dai tifosi della Fiorentina durante il fine settimana.

Victor Osimhen (a sinistra), Kalidou Koulibaly (a destra) e Andre Frank Anguisa (non nella foto) del Napoli sono stati maltrattati razzialmente dai tifosi della Fiorentina durante il fine settimana.

Il difensore italiano, 37 anni, ha affermato che gli incidenti razzisti sono stati

Il difensore italiano, 37 anni, ha affermato che gli incidenti razzisti sono stati “un’orribile propaganda per l’Italia all’estero”.

Mi hai dato una nuova prospettiva di vita. Mi godo davvero ogni momento della mia vita calcistica. Di 32, mi è piaciuto più degli anni precedenti. Vedremo quanto durerà.

La Nations League alla sua seconda edizione – il Portogallo è stato il primo vincitore nel 2019 – e quest’anno vanta quattro prestigiose partite.

L’Italia incontrerà questa sera a Milano la Spagna, in una replica della vibrante semifinale di Euro 2020, per il diritto di affrontare giovedì le vincitrici della semifinale dei Mondiali tra Francia e Belgio, n.1 al mondo, in Torino.

“E’ un grande premio per noi e vogliamo vincere qualcosa”, ha detto il Ct della Spagna Luis Enrique, elogiando gli italiani come “la migliore squadra d’Europa” e sembrando ricorrere alle leggi della probabilità come le ha definite “prima o poi “. Devono perdere.

“Ha ragione, prima o poi succederà, ma speriamo di rimanere imbattuti fino a dicembre 2022”, ha detto Mancini, la cui squadra non è imbattuta da settembre 2019.

Le partite della Nations League di questa settimana inizieranno senza i monitor segreti di Football Against Racism in Europe (FARE) a causa dello stallo con la UEFA.

L’organo di governo del calcio europeo deve affrontare una corsa contro il tempo per raggiungere un accordo con FARE, che fornisce monitor indipendenti e riservati per identificare i tifosi che attaccano gli abusi nelle partite ad alto rischio, con molte partite che non vengono sorvegliate.

Circa 80 partite in questa stagione sono state giocate senza gli osservatori del team FARE, che di solito erano tra la folla per le finali della Nations League per osservare eventuali episodi di discriminazione.

Il prossimo round di partite europee per club tra due settimane potrebbe suscitare una serie di partite preoccupanti, inclusa la trasferta del Leicester allo Spartak Mosca.

Altrove, la UEFA affronta una corsa contro il tempo per raggiungere un accordo con FARE, che offre aiuto per identificare i tifosi che attaccano gli abusi durante le partite.

Altrove, la UEFA affronta una corsa contro il tempo per raggiungere un accordo con FARE, che offre aiuto per identificare i tifosi che attaccano gli abusi durante le partite.

La partita di Europa League dei Rangers a Sparta Praga la scorsa settimana non è stata monitorata e i fan hanno preso di mira il centrocampista campione scozzese Glenn Kamara. Camara è stata fischiata dopo essere stata oggetto di abusi razzisti da parte del giocatore dello Slavia Praga Onderij Kudila la scorsa stagione, che ha portato a una squalifica di 10 partite per il difensore.

READ  Informazioni privilegiate sugli avversari del Leicester City in Europa League mentre le Foxes si preparano per le trasferte di Italia, Russia e Polonia

L’avvocato di Kamara, Amer Anwar, ha dichiarato: “È semplicemente incredibile che la UEFA non abbia più osservatori indipendenti alle partite europee quando il loro ruolo è quello di segnalare comportamenti razzisti.

“Dimostra dopo Glenn Camara che la lotta contro il razzismo in UEFA non è altro che un esercizio di pubbliche relazioni”.

TV: Italia-Spagna, semifinali Nations League. Calcio d’inizio: 19:45, in diretta su Sky Sport Calcio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *