Mentre l’invasione dell’Ucraina continua, gli Stati Uniti mettono in guardia la Cina dall’aiutare la Russia a eludere le sanzioni

Gli Stati Uniti e la Cina inviano lunedì i loro migliori aiutanti a Roma mentre le tensioni tra i due paesi aumentano per la guerra Russia-Ucraina e si diffondono i timori che il conflitto prenda svolte più oscure.

Prima dei colloqui, il consigliere per la sicurezza nazionale della Casa Bianca Jake Sullivan ha esplicitamente avvertito la Cina di evitare di aiutare la Russia a farla franca con le sanzioni globali che hanno danneggiato l’economia russa. “Non permetteremo che vada avanti”, ha detto.

Funzionari statunitensi accusano anche la Cina di diffondere la disinformazione russa che potrebbe essere un pretesto per attacchi con armi chimiche o biologiche da parte delle forze di Vladimir Putin in Ucraina.

L’invasione russa dell’Ucraina ha messo la Cina in una posizione delicata con due dei suoi maggiori partner commerciali: gli Stati Uniti e l’Unione Europea. La Cina ha bisogno di accedere a questi mercati, ma ha anche fornito segnali di sostegno a Mosca, unendosi alla Russia nel dichiarare un’amicizia “senza confini”.

Nei suoi colloqui con il principale consigliere di politica estera cinese Yang Jiechi, Sullivan cercherà davvero dei limiti su ciò che Pechino farà a Mosca.

Il consigliere per la sicurezza nazionale della Casa Bianca Jake Sullivan, di sinistra, e il consigliere per la politica estera cinese Yang Jiechi parleranno lunedì a Roma della guerra Russia-Ucraina. (Manuel Balsi Cinita, Carolyn Custer/Associated Press)

“Non ho intenzione di sedermi qui in pubblico a minacciare”, ha detto alla CNN in una serie di interviste al programma di notizie di domenica. “Ma quello che vi dirò è che stiamo comunicando direttamente e privatamente con Pechino che ci saranno sicuramente delle conseguenze” se la Cina aiuterà la Russia a “compensare” le perdite subite dalle sanzioni.

“Non permetteremo che ciò vada avanti e consentiremo alla Russia di avere un’ancora di salvezza da queste sanzioni economiche da qualsiasi paese in qualsiasi parte del mondo”, ha aggiunto.

Nei brevi commenti sui colloqui, il portavoce del ministero degli Esteri cinese Zhao Lijian non ha menzionato l’Ucraina, affermando che “la questione principale di questo incontro è l’attuazione dell’importante consenso raggiunto dai capi di stato cinese e statunitense al loro vertice virtuale lo scorso novembre anno.”

“Si scambieranno opinioni sulle relazioni Cina-USA e su questioni internazionali e regionali di interesse comune”, ha affermato Zhao nei commenti pubblicati sul sito web del ministero domenica scorsa.

Un funzionario statunitense, parlando in condizione di anonimato per discutere di questioni delicate, ha affermato che la Russia negli ultimi giorni ha chiesto sostegno alla Cina, compreso l’equipaggiamento militare, per portare avanti la sua guerra in corso con l’Ucraina. Il funzionario non ha fornito dettagli sulla portata della richiesta. La richiesta è stata riportata per la prima volta dal Financial Times e dal Washington Post.

accuse di armi chimiche

La Casa Bianca ha affermato che i colloqui si concentreranno sull’impatto diretto della guerra della Russia contro l’Ucraina sulla sicurezza regionale e globale.

I funzionari dell’amministrazione Biden affermano che Pechino sta diffondendo false accuse russe secondo cui l’Ucraina gestiva laboratori di armi chimiche e biologiche con il sostegno degli Stati Uniti. Dicono che la Cina stia effettivamente fornendo copertura se la Russia procederà con un attacco con armi biologiche o chimiche contro gli ucraini.

Quando la Russia ha iniziato ad accusare altri paesi di preparare attacchi biologici o chimici, Sullivan ha detto alla NBC Incontra la stampa“È positivo che stiano per farlo da soli.”

Il portavoce del Pentagono John Kirby, su ABC questa settimana“Non abbiamo visto nulla che indichi che una sorta di attacco chimico o biologico è imminente al momento, ma lo stiamo monitorando da vicino”.

Armi solide ucraine sono state viste domenica a Irbin, a nord-ovest di Kiev. (Dimitar Delkov/AFP/Getty Images)

Le sorprendenti accuse statunitensi di disinformazione russa e complicità cinese sono arrivate dopo che la portavoce del ministero degli Esteri russo Maria Zakharova ha affermato che non c’erano prove che gli Stati Uniti stessero finanziando i laboratori di armi chimiche e biologiche dell’Ucraina.

Il portavoce del ministero degli Esteri cinese Zhao Lijian ha fatto eco all’affermazione russa, secondo la quale c’erano 26 laboratori biologici e strutture correlate “sulle quali il Dipartimento della Difesa statunitense ha il controllo assoluto”. Le Nazioni Unite hanno affermato di non aver ricevuto alcuna informazione a sostegno di tali accuse.

L’addetto stampa della Casa Bianca Jen Psaki ha definito le accuse “assurde”.

Guarda | La Russia è accusata di tattiche di “falsa scienza” per quanto riguarda la rivendicazione di armi biologiche:

La Russia è accusata di tattiche di “falsa scienza” per le accuse di armi biologiche su Stati Uniti e Ucraina

Le Nazioni Unite affermano che non ci sono prove a sostegno dell’affermazione della Russia secondo cui l’Ucraina gestiva laboratori di guerra biologica con il sostegno degli Stati Uniti. L’Ucraina ha espresso preoccupazione per il fatto che l’affermazione della Russia potrebbe essere una tattica di “pseudo-scienza” progettata per consentire al Cremlino di usare le sue armi biologiche contro gli ucraini. 2:03

C’è una crescente preoccupazione all’interno della Casa Bianca che la Cina si schieri con la Russia nella guerra in Ucraina nella speranza di rafforzare la visione a lungo termine di Pechino dell’ordine mondiale, secondo una persona che ha familiarità con il pensiero dell’amministrazione. La persona non è stata autorizzata a commentare pubblicamente e ha parlato in condizione di anonimato.

ha detto Sullivan affrontare la nazione Sulla CBS, la retorica russa sulla guerra chimica e biologica è “un’indicazione che i russi, in effetti, si stanno preparando a farlo e stanno cercando di attribuire la colpa altrove e nessuno dovrebbe assumersene la responsabilità”.

La comunità internazionale stima da anni che la Russia abbia utilizzato armi chimiche per compiere tentativi di omicidio contro critici di Putin come Alexei Navalny e l’ex spia Sergei Skripal. La Russia sostiene anche il governo di Assad in Siria, che ha usato armi chimiche contro il suo stesso popolo in una guerra civile durata un decennio.

Amicizia senza frontiere

La Cina è stato uno dei pochi paesi che ha evitato di criticare i russi per la sua invasione dell’Ucraina. Il presidente cinese Xi Jinping ha ospitato il presidente russo Vladimir Putin all’apertura delle Olimpiadi invernali di Pechino, poche settimane prima che la Russia invadesse il 24 febbraio.

Durante la visita di Putin in Cina il mese scorsoI due leader hanno rilasciato una dichiarazione di 5.000 parole dichiarando un’amicizia “senza confini”.

I cinesi si sono astenuti dal voto delle Nazioni Unite contro la Russia e hanno criticato le sanzioni economiche contro Mosca. Ha espresso sostegno ai colloqui di pace e ha offerto i suoi servizi come mediatrice, nonostante le domande sulla sua imparzialità e la sua scarsa esperienza nella mediazione di un conflitto internazionale.

Il presidente cinese Xi Jinping, a destra, e il presidente russo Vladimir Putin prima dei colloqui a Pechino il 4 febbraio. (Alexei Druzhinin / Sputnik / Piscina del Cremlino / Associated Press)

Ma restano interrogativi su quanto lontano si spingerà Pechino per isolare l’alleanza e mettere in pericolo la sua economia. Sullivan ha affermato che la Cina e tutti i paesi sanno che non possono “essenzialmente salvare la Russia … dare alla Russia una soluzione alle sanzioni”, impunemente.

Funzionari cinesi hanno affermato che Washington non dovrebbe potersi lamentare delle azioni della Russia perché gli Stati Uniti hanno invaso l’Iraq con pretesti fragili. Gli Stati Uniti hanno affermato di avere prove che Saddam Hussein stesse accumulando armi di distruzione di massa, sebbene nessuna sia stata trovata.

Sulla CNN, Sullivan ha detto che l’amministrazione credeva che la Cina sapesse che Putin “stava pianificando qualcosa” prima dell’invasione dell’Ucraina. Ma ha detto che il governo cinese “potrebbe non aver compreso appieno la portata di questo perché è molto probabile che Putin abbia mentito loro nello stesso modo in cui ha mentito agli europei e ad altri”.

Guarda | I russi temono di perdere società straniere con l’inizio di dure sanzioni:

I russi temono di perdere affari con l’estero a causa del contraccolpo all’invasione dell’Ucraina

Con le società straniere come McDonald’s che sospendono o ritirano le loro attività dalla Russia e le autorità locali che reprimono il dissenso, molti residenti temono che il loro paese stia chiudendo le porte per andare avanti con il resto del mondo. 2:03

Sullivan e Yang si sono incontrati l’ultima volta per colloqui faccia a faccia in Svizzera, dove Sullivan ha sollevato le preoccupazioni dell’amministrazione Biden sulle provocazioni militari cinesi contro Taiwan, le violazioni dei diritti umani contro le minoranze etniche e gli sforzi per mettere a tacere i sostenitori della democrazia a Hong Kong.

Quell’incontro ha aperto la strada a un incontro virtuale di tre ore a novembre tra Biden e Xi.

Sullivan incontrerà anche Luigi Mattiolo, consigliere diplomatico del Primo Ministro italiano Mario Draghi mentre si trova a Roma.

READ  I vigili del fuoco avvolgono l'albero più grande del mondo per proteggerlo dagli incendi in California

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.