Mario Draghi, il salvatore dell’Eurozona, è ora convocato dalla parte italiana – EURACTIV.com

Mario Draghi, l’uomo accreditato di aver salvato la zona euro nel 2012 al culmine della crisi del debito, potrebbe ora essere sfruttato per aiutare uno dei suoi anelli più deboli, l’Italia.

Martedì (2 febbraio) il presidente italiano ha convocato l’ex capo della Banca centrale europea per aiutare a risolvere una crisi politica che minacciava la capacità della terza economia della zona euro di far fronte a due crisi simultanee: l’emergenza coronavirus in corso e di punire. recessione.

Il presidente Sergio Mattarella dovrebbe chiedere a Draghi di assumere la carica di primo ministro mercoledì.

Potrebbe essere l’uomo in questo momento.

Ha detto nell’ottobre 2019: “Non mollare mai” quando ha consegnato le redini della Banca centrale europea a Christine Lagarde.

La domanda di addio di Draghi: il bilancio della zona euro

Il presidente uscente della Banca centrale europea, Mario Draghi, ha confermato nella sua conferenza stampa di addio giovedì (24 ottobre) che un vero e proprio budget di “dimensione adeguata” per l’eurozona sarà il primo problema da risolvere nella zona euro.

Quando gli è stato chiesto in seguito cosa c’è dopo e se la polizza ha qualche appello, ha risposto vagamente: “Non lo so davvero. L’ho detto molte volte. Chiedi a mia moglie, lei sa di più”.

Per settimane, gli osservatori politici hanno citato Draghi come la migliore opzione per guidare l’Italia fuori dai suoi problemi attuali.

“Mario Draghi è una persona molto disponibile e risoluta”, ha detto all’Afp Giuliano Nossi, professore di strategia alla Business School del Politecnico di Milano.

“Sarà sicuramente in grado di tirare fuori l’Italia dalla crisi, con il sostegno del Paese e del Parlamento”.

READ  "In Italia c'erano ancora circa il 4% di morti, e quando non avevano più posti all'ATI, è salito al 12%".

Draghi è stato nominato a capo della Banca centrale europea nel novembre 2011, succedendo al francese Jean-Claude Trichet in una zona euro scossa dalla crisi del debito.

Ha commentato il rischio di un collasso interno del blocco durante il suo mandato, insieme alle preoccupazioni che la crisi del debito sovrano della Grecia possa estendersi ad altri paesi.

Ma sotto la guida di Draghi, la Banca centrale europea ha intrapreso azioni inimmaginabili quando la moneta unica dell’euro è stata lanciata nel 2000: abbassare i tassi di interesse in territorio negativo e iniettare liquidità nei mercati attraverso massicci riacquisti di asset.

Super Mario

Draghi è nato a Roma il 3 settembre 1947 ed è sposato e ha due figli.

Ha conseguito una laurea in economia e un dottorato presso il Massachusetts Institute of Technology (MIT) ed è professore di economia presso diverse università italiane.

Dopo aver trascorso sei anni presso la Banca Mondiale dal 1984 al 1990, è diventato Direttore Generale del Tesoro italiano nel 1991, posizione che ha ricoperto per dieci anni sotto nove governi separati, e durante quel periodo ha ideato una serie di privatizzazioni.

Nel 2002 è entrato nella dirigenza di Goldman Sachs prima di essere nominato tre anni dopo alla guida della Banca d’Italia dopo uno scandalo che ha coinvolto il suo ex capo, Antonio Fazio.

Nel gennaio 2021, il movimento dei cittadini economici chiamato “Super Mario” a prendere in consegna “per salvare l’Italia”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *