Ha spiegato perché l’Italia è stata costretta a giocare con 13 giocatori contro l’Irlanda

L’Italia ei tifosi che stavano guardando all’Aviva Stadium e in tv sono rimasti perplessi quando alla Nazionale italiana è stato chiesto di giocare un’ora del terzo turno del Sei Nazioni contro l’Irlanda con 13 giocatori.

Il capitano in visita Michel Lamaru è rimasto sbalordito quando l’arbitro georgiano Nika Amashukeli, a seguito di un cartellino rosso mostrato per sostituire la prostituta Hame Faiva, gli ha detto che un secondo membro della sua squadra doveva andarsene.

Lo sfortunato Amachukele, all’esordio nel Sei Nazioni, ha verificato la sua comprensione della legge con il suo giudice di linea, ha sperimentato il nazionale inglese Matthew Carley e quarto ufficiale prima di insistere affinché l’Italia mandi un giocatore in più in panchina.

Laidlaw su Russell

L’Italia ha quindi ritirato la nuova ala Pierre Bruno e la competizione è continuata quando 13 italiani hanno affrontato la squadra irlandese di 15 uomini.

Questa situazione si è verificata perché l’Italia aveva già perso inizialmente la prostituta Gianmarco Lucchesi, che ha lasciato il campo con il braccio in una fascia di fortuna, dopo un infortunio alla spalla.

La sconfitta del sostituto Faiva per cartellino rosso (invece di un altro infortunio) unita al fatto che l’Italia non aveva a disposizione un’altra prostituta addestrata all’interno della sua rosa di 23 uomini ha fatto sì che i graffi dovessero essere giocati per motivi di sicurezza su base incontrastata.

Nell’ultima versione delle Regole del World Rugby, ciò significa che la squadra che provoca graffi incontrastati perde un giocatore in più. In un conflitto indiscutibile, nessuna delle due parti paga e la squadra che nutre la palla deve conquistare il possesso.

READ  Conor McGregor avrebbe attaccato un DJ in Italia e gli rompeva il naso

Questa modifica della legge è stata messa in atto per impedire alle squadre di cercare di ridurre i danni causati da un cartellino rosso portando un giocatore più veloce – possibilmente un terzino – a stare in posizioni incontrastate contro avversari che hanno ancora tre vogatori in prima linea.

Viene gestito dalla gestione dello scroto incontrastato da parte delle forze dell’ordine a seguito di un cartellino rosso:

  1. Se il team non è in grado di posizionare una riga anteriore adeguata, dovrebbe essere richiesto lo scroto indiscusso. Un giocatore sospeso non può essere sostituito in modo permanente.
  2. Il giocatore sospeso in modo permanente provoca ordini non contestati e quindi la squadra perde un giocatore. La squadra deve nominare un giocatore per lasciare il campo.
  3. Il front rower alternativo dovrebbe essere utilizzato rimanendo nella fila anteriore dello scroto incontrastato. Un altro giocatore deve essere nominato per lasciare il campo per consentirgli di entrare in campo per giocare.
  4. La squadra gioca con 13 giocatori fino alla fine della partita.
  5. Entrambe le squadre devono formarsi con otto giocatori in mischia

Se uno dei restanti sostituti dell’Italia (o un altro giocatore già in campo) fosse stato addestrato a giocare in sicurezza in una prostituta, questa situazione non si sarebbe verificata perché la partita sarebbe andata avanti con le mazze contestate.

Commenti

Unisciti subito a RugbyPass+ e stai lontano dalla conversazione con i nuovissimi commenti!

Iscriviti adesso

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.