Mancini si dimette improvvisamente dall’allenatore dell’Italia

Mancini si dimette improvvisamente dall’allenatore dell’Italia

Roberto Mancini (Getty Images)

Claudio Villa/Getty Images

  • Roberto Mancini ha annunciato le sue dimissioni dalla carica di allenatore della Nazionale italiana.
  • L’Italia non è riuscita a qualificarsi per la Coppa del Mondo FIFA in Qatar.
  • Mancini è stato ceduto alle squadre Under 21 e Under 20 del Paese.

Roberto Mancini ha annunciato domenica le sue improvvise dimissioni da allenatore dell’Italia campione d’Europa, meno di un mese prima della ripresa delle qualificazioni agli Europei 2024, dopo aver fallito la qualificazione ai Mondiali dell’anno scorso.

La Federcalcio italiana ha comunicato in un comunicato di “aver ricevuto nella tarda serata di ieri” la decisione improvvisa di Mancini di dimettersi dopo cinque anni di mandato.

“Visti gli importanti e serrati impegni della squadra nelle qualificazioni agli Europei 2024 contro Macedonia del Nord e Ucraina, la Federazione Italiana annuncerà nei prossimi giorni il nome del nuovo allenatore della Nazionale”, aggiunge la federazione.

E la Federazione Italiana aggiunge: “Si chiude così una pagina importante della storia degli Azzurri”, ricordando “una vittoria indimenticabile nell’Europeo 2020, dove un gruppo di individui è diventato squadra”.

L’Italia è stato il primo incarico da allenatore internazionale di Mancini quando è stato nominato nel maggio 2018 dopo che il quattro volte campione del mondo non era riuscito a qualificarsi per la Coppa del Mondo 2018, anche se i resoconti dei media italiani ora lo collegano all’allenatore della nazionale saudita.

Mancini, ex nazionale, ha vinto Euro 2020 con l’Italia, ma il Paese ha perso ancora una volta un posto ai Mondiali del 2022 in Qatar.

Le dimissioni di Mancini arrivano come uno shock enorme senza alcun segnale premonitore.

READ  Livigno World Rising Festival 2024

All’inizio di questo mese, il 58enne è stato anche incaricato delle squadre Under 21 e Under 20 del paese.

La sua partenza segue le recenti nomine nello staff tecnico della nazionale, tra cui l’ex difensore italiano Andrea Barzagli e il grande portiere Gianluigi Buffon.

“Le mie dimissioni da allenatore sono una scelta personale”, ha detto Mancini. ha scritto su Instagram. “Non dimenticherò mai questa eccezionale vittoria dell’Europeo… È stato un onore per me.”

La stampa italiana ha ipotizzato che Luciano Spalletti potrebbe essere scelto come suo successore dopo aver posto fine all’attesa di 33 anni del Napoli per il titolo di Serie A la scorsa stagione, prima di lasciare il suo incarico.

Sono stati suggeriti anche l’ex allenatore dell’Italia Antonio Conte, esonerato dal club inglese del Tottenham Hotspur lo scorso marzo, e l’ex campione del mondo Fabio Cannavaro, che si è allenato in Cina e Arabia Saudita.

Ex allenatore del Manchester City e dell’Inter, Mancini ha vinto 13 titoli di calcio per club prima di conquistare l’Italia.

Ha guidato il Manchester City al primo titolo di Premier League in 44 anni nel 2012 e ha vinto tre scudetti italiani con l’Inter. Ha vinto anche la Coppa Italia con Inter, Fiorentina e Lazio.

Campionati di Wembley

Nonostante il grande successo dell’Italia che vinse il suo secondo titolo europeo, 53 anni dopo il primo, con un emozionante rigore contro l’Inghilterra allo stadio di Wembley, l’era di Mancini fu segnata da un fiasco.

I campioni d’Europa non erano in Qatar per la Coppa del Mondo dopo una disastrosa campagna di qualificazione, pareggiando quattro partite su otto prima di perdere in casa contro la Macedonia del Nord nelle qualificazioni.

READ  La speculazione su Nahitan Nandes e Leeds United si è finalmente placata sulla stampa italiana

Il suo record con l’Italia è stato di 37 vittorie, 15 pareggi e nove sconfitte, e un terzo posto alle finali della Nations League a giugno.

Il fallimento della Coppa del Mondo è stato seguito da un inizio contrastante della stagione Euro 2024.

L’Italia è terza nel Gruppo C, con tre punti, dopo la vittoria per 2-0 su Malta e la sconfitta per 2-1 contro l’Inghilterra, che guida il girone con 12 punti in quattro partite.

Toccherà al successore di Mancini, che avrà solo pochi giorni per preparare le partite di inizio settembre, rimettere in carreggiata l’Italia.

Giocherà in Macedonia del Nord il 9 settembre, e poi in casa con l’Ucraina tre giorni dopo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *