Magawa, il topo che ha scoperto le mine antiuomo in Cambogia, muore dopo il pensionamento

L’organizzazione di beneficenza per cui lavorava ha annunciato che un topo cambogiano rilevatore di mine, a cui era stato assegnato un prestigioso premio per il suo dovere di salvataggio, era morto dopo il pensionamento.

Un annuncio sul sito web di APOPO, un gruppo no-profit con sede in Belgio, ha affermato che Magawa, un gigantesco topo africano, è morto lo scorso fine settimana. L’organizzazione addestra topi e cani a fiutare mine antiuomo e tubercolosi.

“Tutti noi di APOPO sentiamo la perdita di Magawa e siamo grati per il meraviglioso lavoro che ha svolto”, si legge nell’annuncio. Magawa è nato nel novembre 2013 in Tanzania, dove APOPO mantiene la sua sede operativa e il centro di formazione e istruzione. È stato inviato in Cambogia nel 2016.

La morte di Magawa è stata annunciata il giorno dopo che tre sminatori che lavoravano con un altro gruppo sono stati uccisi nell’esplosione accidentale di una mina anticarro nella provincia settentrionale di Preah Vihear, in Cambogia. Quasi tre decenni di guerra civile terminata nel 1998 hanno lasciato la Cambogia disseminata di mine e altri ordigni inesplosi che continuano a uccidere e mutilare.

L’ufficio dell’APOPO Cambogia ha inviato le sue condoglianze per i tre morti e uno ferito da un gruppo di auto-aiuto di sminamento in Cambogia.

Un omaggio al lavoro salvavita

Secondo l’APOPO, Magawa ha scoperto più di 100 mine antiuomo e altri esplosivi durante i suoi cinque anni di carriera prima di ritirarsi l’anno scorso.

“Il suo contributo consente alle comunità in Cambogia di vivere, lavorare e giocare senza temere di perdere la vita o un arto”, ha affermato il gruppo. Nel 2020, il topo ha anche vinto una medaglia d’oro dal People’s Dispensary for Sick Animals con sede in Gran Bretagna, il più alto riconoscimento per il coraggio che un animale può ricevere.

READ  Il Sudafrica esporta disinfettanti per le mani in 30 paesi africani: funzionario commerciale
Magawa gioca con il suo ex conduttore So Malen all’APOPO Visitor Center di Siem Reap il 10 giugno 2021. (Cindy Liu/Reuters)

Si ritiene che i topi africani confezionati in sacchi giganti siano particolarmente adatti per lo sminamento perché le loro piccole dimensioni consentono loro di camminare attraverso i campi minati senza far esplodere esplosivi.

Dopo essersi ritirato nella provincia cambogiana di Siem Reap, nel nord-ovest della Cambogia, Magawa è stato ospitato nella sua solita gabbia, nutrito con lo stesso cibo – principalmente frutta e verdura fresca – che lo aveva sostenuto durante la sua attiva carriera. Per mantenere la sua bellezza, è stato rilasciato per 20-30 minuti al giorno in una gabbia più grande con strutture come una sabbiera e una ruota da corsa. La sua morte all’età di otto anni non era insolita per questa specie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *