Madre e figlia ricreano un Han Solo congelato, tutto senza pane

come succede6:36The Empire Strikes Bake mentre madre e figlia ricreano un Han Solo congelato completamente senza pane

Una madre e una figlia a Benicia, in California, hanno realizzato una statua a grandezza naturale di Guerre stellari Hero Han Solo – È fatto interamente di pane.

Il film lungo 1,8 metri, che Catherine Pervan e sua figlia Hanalei hanno chiamato “Pan Solo”, raffigura una scena classica del film del 1980. L’impero colpisce. Darth Vader aveva appena intrappolato il personaggio di Harrison Ford nella carbonite, e il viso e le mani dell’adorabile bastardo spaziale si contorcevano in agonia.

L’Han Solo avvolto in fette biscottate ora si trova fuori dalla panetteria della famiglia Pervan, One House Bakery, congelata ancora una volta in un altro luogo e tempo. È la coppia madre e figlia che partecipano a una gara di spaventapasseri locale per vedere quale negozio nella loro strada è il migliore per scoraggiare gli uccelli.

Ma la reazione a Pan Solo tra gli umani è “folle”, dice la madre.

“Le persone si avvicinano e lo toccano, lo tengono in mano, lo annusano e cercano di capire di cosa fosse fatto”, ha detto Catherine Parvan, 64 anni. come succede Presentato da Neil Koksal. “È stato straordinario quanto fossero curiose e interessate le persone”.

Pan Solo è nata in questo universo circa un mese fa, quando Pervan ha tracciato grossolanamente la forma di sua figlia su un pezzo di compensato.

“È alta un metro e ottanta e sembra avere la stessa altezza”, ha detto.

Quindi hanno usato la “pasta morta” – una miscela di farina, acqua e zucchero senza lievito o lievito commerciale – per modellare la forma del personaggio.

READ  Mel Brooks dice che è "difficile andare avanti" dopo la morte di amici intimi

“Cuocilo per quattro o cinque ore finché non è letteralmente duro, quindi inizia a sovrapporlo e ad adagiarlo perché [the bread,] Ci vuole molto tempo e ha una mente propria”, ha detto Parvan.

“È molto organico e si spezzerà o diventerà troppo grande o piccolo, o uscirà con strane bolle”.

Catherine e Hanali Pervan sono comproprietari di One House Bakery a Benicia, in California, dove hanno creato Pan Solo. (Fornito da Hannalee Pervan)

Pervan Bakery ha un forno a piani con ampio spazio su quattro ripiani, che madre e figlia usavano per fare il Pan Solo, pezzo per pezzo.

“A volte… lo tiri fuori dal forno e guardi quello che pensavi sarebbe stato, diciamo, un polso o una caviglia o una gamba… e non sembra così. È un ramo di un albero”, ha detto Parvan con una risata a questo punto, “beh, per niente”. Questo è quello che ho messo nel forno, ma va bene, cercherò di lavorarci”.

I Pervan acquistarono una maschera da Han Solo da usare come base per la loro scultura. La mamma ha detto che il viso era la parte più difficile, poiché hanno dovuto cogliere l’espressione classica di Harrison Ford e le “belle labbra carnose”. (Fornito da Hannalee Pervan)

Hanalee Pervan, 37 anni, è una maestra fornaia e ha meticolosamente scolpito la faccia di Harrison Ford nel pane usando una maschera di Han Solo acquistata in negozio come punto di riferimento.

“L’intero quadro è davvero creativo che non volevamo sbagliare la faccia”, ha detto Pervan il Vecchio. “Questa è stata la parte più difficile perché, voglio dire, avrei potuto fare la faccia a mio marito… È un bel ragazzo e tutto il resto, ma tutti lo guarderanno e diranno: ‘Amico, quello non è Harrison Ford.'” “

Alla domanda se questo significa che pensa che Ford sia più bello di suo marito, Parvan ha detto che l’attore ha “labbra carnose”.

Un po’ di tempo per impastare

Per Catherine, sua figlia è il suo capo al lavoro. Quando entrambi tornano a casa, dove vivono insieme, lei dice di essere responsabile perché è la madre. Ma il tempo che hanno trascorso insieme a creare Pan Solo è stato qualcosa di speciale.

“[It] Ci dà l’opportunità di uscire, sai, suonare un po’ di musica ed essere creativi e sciocchi”.

È stato stimato che abbiano trascorso circa 100 ore nell’ultimo mese a realizzare Pan Solo.

“Le ho detto l’altro giorno, ‘Questo è il mio momento preferito della giornata… che possiamo farlo insieme.'” “

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.