L’Italia nomina l’ex team All Black Kieran Crowley come capo allenatore

Dal file: allenatore in arrivo della squadra italiana di rugby Kieran Crowley. / Getty Images

Dal file: allenatore in arrivo della squadra italiana di rugby Kieran Crowley. / Getty Images

L’ex vincitore della Coppa del Mondo di rugby e terzino neozelandese Kieran Crowley è stato nominato mercoledì dalla Federazione Italiana Rugby come nuovo allenatore della nazionale italiana maschile di rugby con un contratto triennale.

Crowley sostituirà il sudafricano Franco Smith, subentrato dopo la Coppa del Mondo di rugby del 2019. Smith assumerà ora un nuovo ruolo come capo delle alte prestazioni nel gioco del rugby italiano.

Crowley, 59 anni, subentrerà ufficialmente il 1 luglio e sarà assistito da Andrea Moretti, Marius Gossin, Corrado Pilate e Giovanni Sanguin.

Crowley era a capo del club italiano Benetton, che gioca per PRO14. Dal 2016. In precedenza, si è formato a livello internazionale con il Canada tra il 2008 e il 2016.

Crowley, che ha alzato la Web Ellis Cup nel 1987, ha detto che attende con impazienza la sfida di rinvigorire la squadra, conosciuta come gli Azzurri.

“Nei miei cinque anni con Benetton Rugby, ho potuto imparare e capire il paese e la cultura del rugby, un’intesa che non vedo l’ora di sviluppare come capo allenatore della nazionale”, ha detto Crowley.

La sfida principale di Crowley sarà quella di rendere l’Italia una squadra competitiva in vista della Coppa del Mondo di rugby 2023, soprattutto considerando il sesto posto consecutivo della squadra alla fine nel Campionato Sei Nazioni.

(Con il contributo delle agenzie)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.