L'Iran accusa Israele di essere dietro gli attacchi ai gasdotti Notizia

L'Iran accusa Israele di essere dietro gli attacchi ai gasdotti  Notizia

Due esplosioni nella principale rete di gasdotti sud-nord la scorsa settimana hanno interrotto le forniture in diverse province iraniane.

L’Iran ha accusato Israele di essere dietro due attacchi della scorsa settimana ai gasdotti che hanno interrotto le forniture in diverse province, aumentando le tensioni tra i due nemici regionali nel contesto della guerra a Gaza.

Mercoledì, dopo una riunione di gabinetto, il ministro del Petrolio Jawad Oji ha dichiarato: “L’esplosione delle linee del gas nel paese è stata opera di Israele”.

Ha aggiunto: “Il complotto è stato sventato”.

Due esplosioni hanno colpito la principale rete di gasdotti sud-nord dell'Iran il 14 febbraio. Oji inizialmente li aveva descritti come “un atto di terrorismo o di sabotaggio” senza specificare chi si nascondesse dietro gli attacchi.

“Il nemico intende interrompere il servizio del gas nelle province e mettere a repentaglio la distribuzione del gas alla popolazione”, ha riferito l'IRNA, citando Oji, che non lo ha fatto. Fornire prove a sostegno della sua affermazione.

Israele non ha riconosciuto l’autore degli attacchi, ma raramente rivendica la responsabilità delle missioni di spionaggio all’estero.

Le esplosioni hanno colpito un gasdotto che si estende dalle province di Chaharmahal e Bakhtiari nell'Iran occidentale a nord fino alle città sul Mar Caspio. Il gasdotto, lungo circa 1.270 chilometri (790 miglia), inizia ad Asalouyeh, il centro del giacimento di gas offshore iraniano South Pars.

Non ci sono notizie di vittime a seguito dell'attacco. I media statali hanno riferito che le forniture sono state interrotte nelle province del Nord Khorasan nel nord-est, del Lorestan a ovest e di Zanjan nel nord-ovest.

Una vista generale delle fasi 2-3 del giacimento di gas South Pars nel porto di Asalouyeh, a circa 1.400 chilometri (870 miglia) a sud di Teheran, in Iran. [File: Morteza Nikoubazl/Reuters]

Oji aveva precedentemente paragonato l'attacco a una serie di attacchi misteriosi e non rivendicati ai gasdotti avvenuti nel 2011, incluso uno in occasione dell'anniversario della rivoluzione iraniana del 1979.

READ  Covid-19: Joe Biden promette 100 milioni di colpi nei primi 100 giorni per invertire la rotta contro il Corona virus | Notizie dagli Stati Uniti

A dicembre, un gruppo di hacker che l’Iran accusa di avere legami con Israele ha affermato di aver effettuato un attacco informatico che ha disabilitato fino al 70% delle stazioni di servizio in Iran.

In passato l’Iran ha generalmente accusato gli agenti israeliani di simili atti di sabotaggio. Israele ha effettuato attacchi in Iran, ma hanno preso di mira soprattutto i suoi siti nucleari e militari.

La guerra a Gaza ha portato al deterioramento delle relazioni tra i due paesi. Gli Houthi yemeniti, alleati dell’Iran, hanno lanciato attacchi contro Israele e navi mercantili nel Mar Rosso in solidarietà con i palestinesi di Gaza. Da mesi Israele e il gruppo armato libanese Hezbollah, legato all’Iran, lanciano attacchi transfrontalieri sempre più mortali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *