Google presenta Gemma, una famiglia di modelli IA leggeri e aperti

Google presenta Gemma, una famiglia di modelli IA leggeri e aperti

Google ha annunciato oggi Gemma, una nuova famiglia di modelli IA aperti e leggeri basati sulle stesse tecnologie di Gemini.

“Abbiamo una lunga storia di contributi innovativi alla comunità aperta, come Transformers, TensorFlow, BERT, T5, JAX, AlphaFold e AlphaCode.” Nuovo post nelle note del blog di Google for Developers. “Oggi siamo entusiasti di presentare una nuova generazione di modelli aperti di Google per aiutare sviluppatori e ricercatori a creare un'intelligenza artificiale responsabile”.

L'intelligenza di Windows nella tua casella di posta

Iscriviti alla nostra nuova newsletter gratuita per ricevere tre consigli per risparmiare tempo ogni venerdì – E Ottieni copie gratuite delle guide sul campo di Windows 11 e Windows 10 di Paul Thurrott (normalmente $ 9,99) come regalo speciale di benvenuto!

*Seleziona i campi richiesti

Come Gemini, Gemma è stata creata da Google DeepMind e altri team dell'azienda. Come avrai intuito, il suo nome è ispirato ai Gemelli: in latino gemma significa “pietra preziosa”. Ma a differenza di Gemini, Gemma è progettato per funzionare in modo nativo su laptop, PC e workstation, nonché su Google Cloud, e i modelli Gemma sono ottimizzati per più piattaforme AI, tra cui GPU NVIDIA e TPU Google Cloud. Gemma ha anche la licenza per uso commerciale.

Gemma è disponibile in due modelli di peso, Gemma 2b e Gemma 7b, ciascuno disponibile in varianti pre-addestrate e ottimizzate per le istruzioni. Anche Google lo offre Toolkit di intelligenza artificiale responsabile Per Gemma, toolchain di inferenza e messa a punto (SFT) in tutti i principali framework (JAX, PyTorch, TensorFlow tramite Keras 3.0 nativo) e notebook Colab e Kaggle pronti all'uso. I modelli si integrano con gli strumenti più diffusi Hugging Face, MaxText e NVIDIA NeMo per consentirti di essere subito operativo.

READ  Microsoft vende i diritti di streaming ad Activision Blizzard a Ubisoft con un accordo rivisto

Secondo Googlei modelli Gemma forniscono “le migliori prestazioni della categoria per le loro dimensioni rispetto ad altri modelli aperti” e superano “modelli significativamente più grandi rispetto ai parametri di riferimento chiave pur aderendo agli standard [Google’s] Standard rigorosi per risultati sicuri e responsabili.” Google prevede di espandere la famiglia Gemma in futuro con nuovi modelli destinati a casi d'uso specifici.

Puoi saperne di più sul sito di Gemma.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *