I leader del Nord Dakota sollecitano il parlamentare repubblicano a dimettersi

I leader del Nord Dakota sollecitano il parlamentare repubblicano a dimettersi

I leader del Nord Dakota stanno esortando il parlamentare repubblicano Nico Rios a dimettersi dopo che è stato registrato mentre urlava insulti razzisti e omofobi durante un arresto per guida in stato di ebbrezza.

Il rappresentante dello stato Rios di Williston è stato arrestato e accusato di guida in stato di ebbrezza, dopo che due agenti di polizia lo avevano fermato il 15 dicembre.

Durante un blocco del traffico, dove la polizia lo ha interrogato sulla sua incapacità di rimanere nella sua corsia, Rios è stato catturato dalle riprese della telecamera mentre si rifiutava di fare un test dell'alito, per poi scatenare una serie di dichiarazioni bigotte nei confronti degli agenti.

Dopo l'incidente, Rios si è scusato con gli abitanti del Nord Dakota e con il Partito repubblicano statale. Ha detto di sentirsi “profondamente imbarazzato” dal suo comportamento.

Ma le sue scuse non hanno impedito al leader della maggioranza alla Camera del Nord Dakota, Mike LeFore, di chiedere le dimissioni di Rios martedì (26 dicembre).

“Non c'è spazio nella legislatura, o nel nostro partito, per questo comportamento”, ha detto LeFore, secondo il giornale. Agenzia di stampa.

“Capisco che le persone commettono errori, ma i suoi commenti e le sue sfide alle forze dell'ordine sono intollerabili. Inoltre, qualsiasi rappresentante che tenta di utilizzare la sua posizione eletta per minacciare qualcuno o eludere la legge è del tutto inaccettabile.”

Sandy Sanford, presidente del Partito repubblicano del North Dakota, ha anche affermato che le azioni di Rios “non sono all'altezza della decenza di base che ci aspettiamo da nessuno dei nostri vicini”.

READ  L’Iran chiede agli Stati Uniti di “farsi da parte” mentre si preparano a rispondere a Israele

“Ha messo in pericolo la comunità per cui è stato eletto e ha mancato di rispetto agli ufficiali di pace”, ha aggiunto. “Ciò viola i nostri valori fondamentali come repubblicani”.

Su X/Twitter, Rios, che rappresenta il Distretto 23, ha condiviso di aver sentito richieste di dimissioni e di “sta seriamente considerando tutti gli aspetti del mio futuro”.

Ha ammesso di avere un problema di “dipendenza da alcol” e ha scritto che stava ricevendo l'aiuto di cui aveva bisogno.

Rios ha chiesto sostegno mentre si sveglia e ripara il “danno” causato.

Rios terrà una conferenza preliminare in tribunale il 5 febbraio 2024.

Chiunque sia stato testimone o abbia subito un crimine d'odio è invitato a chiamare la polizia al numero 101 o Crimestoppers in modo anonimo allo 0800 555 111 o a visitare il sito web Visione reale sito web. In caso di emergenza chiamare sempre il 999.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *