L'ex presidente della Corte Suprema Beverley McLachlin si è dimessa dal suo incarico presso la controversa corte di Hong Kong

L'ex presidente della Corte Suprema Beverley McLachlin si è dimessa dal suo incarico presso la controversa corte di Hong Kong

L'ex Presidente della Corte Suprema del Canada, Beverley McLachlin, ha annunciato il suo ritiro dalla controversa Corte d'appello finale di Hong Kong.

McLachlin, 80 anni, è entrata in tribunale nel 2018. Ha detto che si dimetterà dalla panchina per trascorrere più tempo con la sua famiglia quando il suo mandato finirà il 29 luglio 2024.

“È stato un onore per noi servire il popolo di Hong Kong”, ha affermato McLachlin in una dichiarazione ai media. Ha aggiunto: “Continuo ad avere fiducia nei membri della Corte, nella loro indipendenza e nella loro determinazione nel sostenere lo stato di diritto”.

La Corte è stata istituita nel luglio 1997 per sostituire il Comitato Giudiziario del Privy Council di Londra come la più alta corte d'appello nell'ex colonia britannica, ora una regione amministrativa speciale della Cina.

La Corte può avere fino a 30 giudici non permanenti contemporaneamente. Attualmente ci sono tre giudici non permanenti a Hong Kong e 12 giudici di diritto comune non permanenti, incluso McLachlin.

Da quando è entrato in tribunale, ha affrontato McLachlin Molte chiamate di dimettersi per le critiche alla controversa legge sulla sicurezza nazionale di Hong Kong, approvata nel 2020, e all’articolo 23, approvato all’inizio di quest’anno.

Legge sulla sicurezza nazionale 2020 Copriva quattro aree di attività criminale: secessione, sovversione, terrorismo e collusione con potenze straniere o esterne. Coloro che sono condannati per tali crimini rischiano la pena massima dell’ergastolo.

La legge ha inoltre consentito alla Cina di istituire a Hong Kong un’agenzia di sicurezza nazionale non soggetta all’autorità del governo di Hong Kong.

Dopo che è stato approvato dal giudice australiano James Spiegelman Si è dimesso dalla corte per motivi Ha detto che “si riferisce al contenuto della legislazione sulla sicurezza nazionale”.

READ  'La libertà torna in vita': rimpatrio canadese dopo 15 anni di carcere per spionaggio

“La Corte è completamente indipendente”: McLachlin

L'articolo 23 è stato ampliato Il potere del governo di eliminare le future sfide al suo governo, permettendogli di punire atti di tradimento o ribellione con condanne fino all'ergastolo.

La legge prevede anche dure pene detentive per altri reati, tra cui fino a 20 anni per spionaggio e fino a 10 anni per divulgazione illegale di segreti di stato.

McLachlin Lui si tirò indietro Contro i critici che accusano la Corte di sostenere il governo di Hong Kong e di contribuire alla formazione di un governo – L'erosione dei diritti umani fondamentali e il declino dell'indipendenza della magistratura.

Egli guarda: L'ex Presidente della Corte Suprema del Canada risponde alle critiche della Corte Suprema di Hong Kong

L'ex Presidente della Corte Suprema del Canada risponde alle critiche sul suo posto nella più alta corte di Hong Kong

“La corte è completamente indipendente dal regime di Hong Kong.” L'ex presidente della Corte Suprema Beverley McLachlin ha affermato di essere “soddisfatta al 100%” del suo ruolo di giudice non permanente della più alta corte di Hong Kong e che “non sta facendo nulla di negativo per sostenere questo sistema”.

“Questo è proprio quando hai bisogno di tribunali, quando hai leggi come questa, quando hai governi che potrebbero aver bisogno di essere esaminati”, ha detto a CBC News. politica di potere Nel 2022.

“Il tribunale è completamente indipendente e funziona come si è abituati in Canada. Il tribunale funziona. Non c'è alcuna influenza da parte del governo, e se ci fosse non sarei lì.”

L'annuncio di McLachlin arrivò pochi giorni dopo Due ex giudici del Regno UnitoLawrence Collins e Jonathan Sumption si sono dimessi dai loro posti in panchina.

READ  Gli israeliani si mobilitano di nuovo per protestare contro la riforma giudiziaria del governo | Benjamin Netanyahu Notizie

BBC Ho menzionato la settimana scorsa Il giudice Collins ha detto che si sarebbe dimesso “a causa della situazione politica a Hong Kong”, ma ha aggiunto di avere ancora “piena fiducia nella corte”. La BBC ha affermato che Sumption non ha rilasciato una dichiarazione né ha risposto alle richieste di interviste dopo le sue dimissioni.

Il tono fu diverso nel 2022, quando i giudici britannici Robert Reed e Patrick Hodge si dimisero dalla panchina.

“Ho concluso, d’accordo con il governo, che i giudici della Corte Suprema non possono continuare a sedere a Hong Kong senza dare l’impressione di sostenere un’amministrazione che si è allontanata dai valori della libertà politica e della libertà di espressione”. Ha detto Reed dopo essersi dimesso.

Elizabeth Truss, allora ministro degli Esteri britannico, disse di sì “Non è più difendibile” Portare Reid o Hodge davanti a un tribunale di Hong Kong per i continui sforzi della Cina volti a indebolire “i diritti e le libertà fondamentali” a Hong Kong.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *