L’ex banca TSB del Nottinghamshire potrebbe diventare un nuovo ristorante italiano

Un nuovo bar presso l’ex TSB Bank nel Nottinghamshire potrà servire alcolici solo fino all’una di notte nei fine settimana.

Ciò arriva dopo molte obiezioni da parte dei residenti e preoccupazioni per potenziali comportamenti antisociali derivanti dal nuovo luogo.

Il locale, chiamato “Old Bank Mapperley”, spera di diventare “un raffinato ristorante italiano” e rileverà l’ex edificio TSB su Plains Road, Mapperley.

La sede inizialmente suggeriva di vendere alcolici tra le 8:00 e le 2:00 dal lunedì alla domenica, con l’intenzione di utilizzare una birreria all’aperto annessa vicino al retro vicino a Bonnington Road.

Ma 23 obiezioni alle proposte sono state revocate, con persone nell’area preoccupate per le ore tarde che non riflettono gli orari di lavoro da nessun’altra parte nelle vicinanze.

Anche il funzionario per la salute ambientale del Gedling Borough Council ha sollevato un’obiezione alla proposta di birreria all’aperto, citando preoccupazioni per il potenziale “fastidio pubblico” e i problemi di rumore che potrebbe generare.

– Annunci –

Tuttavia, giovedì (13 gennaio) il Comitato per le licenze del Consiglio ha sentito che molte delle preoccupazioni sono state ora affrontate dal richiedente.

La riunione è stata informata che i proprietari della nuova sede avevano raggiunto un accordo con il responsabile della salute ambientale per non utilizzare affatto la birreria all’aperto.

La sede ha anche suggerito di limitare l’orario di licenza tra le 8:00 e l’01:00 il venerdì e il sabato, con la vendita di alcolici non oltre le 23:30 a giorni alterni.

Un portavoce del richiedente ha detto all’incontro che questi emendamenti sono stati offerti per creare un rapporto di lavoro più stretto con la comunità e per affrontare le preoccupazioni sollevate nelle loro obiezioni.

READ  I pattinatori di figura nella Chippewa Valley sono stati nominati per il Team USA...

Hanno detto: “Ciò è stato fatto nel tentativo di lavorare in collaborazione con i residenti e riteniamo che le loro preoccupazioni siano state affrontate.

“Il richiedente sta investendo denaro significativo per creare un luogo per la comunità di fascia alta, di cui pensiamo saranno orgogliosi, e sono desiderosi di evitare di essere l’ultimo posto per un drink quando gli altri sono chiusi”.

Hanno aggiunto riguardo all’accordo sulla birreria all’aperto: “Non ci sarà alcuna utilità per la birreria all’aperto, questo non è solo per attività autorizzate ma senza alcun beneficio, le persone non possono nemmeno andarci”.

L’incontro ha ascoltato le preoccupazioni di alcuni membri del pubblico su come l’orario di lavoro inizialmente proposto avrebbe influenzato la società.

Mark Smalley, che vive in Bonnington Street, ha dichiarato: “Nel complesso accogliamo con favore lo sviluppo nell’area e certamente accogliamo con favore la rimozione della birreria all’aperto.

“Non vogliamo più una banca abbandonata alla fine della strada e il ristorante sarebbe fantastico per noi.

“Ha solo bisogno di lavorare con noi e non lasciare che le persone se ne vadano nelle prime ore del mattino”.

La commissione, composta da tre membri, ha concesso alla sede una licenza per vendere alcolici tra le 8:00 e le 23:30 dalla domenica al giovedì e tra le 8:00 e l’01:00 il venerdì e il sabato.

In ciascuno di questi giorni, il locale chiuderà mezz’ora dopo la fine delle vendite di alcolici per dare ai clienti l’opportunità di finire i loro drink.

La nuova sede spera di ospitare spettacoli teatrali, film, sport, musica dal vivo, musica registrata e spettacoli di danza occasionali durante queste ore.

READ  L'Italia esprime il proprio interesse ad ospitare il Campionato del Mondo ISSF 2022

Afferma che introdurrà un sistema di registrazione CCTV pre-apertura e formerà tutti i dipendenti a vendere alcolici, sottolineando che seguirà “tutta la legislazione pertinente” sulla sicurezza pubblica e sul disturbo.

Le modifiche fisiche alla sede sono soggette a permesso di pianificazione, che non è stato ancora concesso dal Consiglio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *