Le reti inverse saranno un “pendio scivoloso” verso la formula 2

Otmar Szafnauer ritiene che qualsiasi introduzione del concetto di griglia inversa in F1 significherebbe che lo sport sta percorrendo una “pendenza scivolosa” verso la Formula 2.

Un’idea generalmente odiata dai puristi, le reti inverse hanno rialzato la testa di recente dopo una risposta mista – nella migliore delle ipotesi – all’ultima esperienza di qualificazione al Gran Premio d’Italia di questo fine settimana.

La seconda prova è stata meno che desiderabile e non è stata accolta così bene come una volta a Silverstone, dove i sorpassi erano più diffusi nella “gara” di 100 km per impostare la griglia per l’evento principale di domenica.

Il team principal della Ferrari Mattia Binotto ha sollevato il tema del reverse networking parlando a Monza, descrivendo l’idea come “interessante”.

Ma altri potrebbero considerarlo troppo invasivo e fuori dal DNA della Formula 1, il che significa merito, e Aston Martin Tra questi, il caposquadra Szafnauer.

Pensa che renderà la F1 come la F2, che sta già mostrando le corse a griglia inversa.

F1 TV offre ai lettori di PlanetF1 uno sconto del 10% sugli abbonamenti mensili e annuali! Per richiedere questo fantastico sconto, Fare clic sul seguente collegamento E usa il codice promozionale PLANITF10 al momento del pagamento! *

* L’offerta termina alla mezzanotte del 26 settembre, Paesi Bassi esclusi

“Sosterrò quello che i fan considerano intrattenimento”, ha detto Szafnauer, chiesto da Motorsport.com Per le sue opinioni sull’idea di uno sprint indipendente piuttosto che una gara considerata un evento di qualificazione, è anche in fase di sperimentazione in questa stagione.

“Tuttavia, penso che la griglia inversa in F1 sia un grande, grande allontanamento da ciò che lo sport è sempre stato. Personalmente, non voglio che questa gara sprint di sabato si trasformi in un pendio scivoloso per diventare Formula 2.

READ  L'italiano Molinari si ritira dal campionato PGA per infortunio alla schiena

“Se è quello che vogliono i fan, mi sbaglio e facciamo quello che vogliono i fan. Ma non credo che la Formula 1, l’apice degli sport motoristici, dovrebbe iniziare a godersi colpi di peso, reti inverse, tutto quel genere di cose”.

Poco più di un anno fa, mercedes Il capo della squadra Toto Wolff è stato feroce sul concetto di griglia inversa, paragonandolo al wrestling della WWE in cui “il risultato è completamente casuale”.

L’opinione dell’austriaco non è cambiata, come ha detto: “Sono ancora nella stessa posizione. Sarebbe una diluizione del dna del merito sportivo”.

“Penso che valesse la pena provare gli sprint, non sono sicuro che li terremo. Ma le griglie inverse possono essere fatte in piccoli formati in cui si vuole vedere la capacità dei piloti di sorpassare. Non è qualcosa che dovremmo affrontare in Formula 1 .”

Nel frattempo, il pilota della McLaren Lando Norris ha dichiarato: “Se la griglia inversa significa qualcosa per il campionato, non ne sono un fan, nemmeno nelle classi junior”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *