Le grandi variazioni nelle biofirme degli isotopi dello zolfo negli antichi isotopi idrotermali marziani sono causate dall’impatto?

Le grandi variazioni nelle biofirme degli isotopi dello zolfo negli antichi isotopi idrotermali marziani sono causate dall’impatto?

Nördlinger Ries è un cratere vulcanico situato a Nördlingen, Baviera, Germania. -Wikipedia

Sono emerse discrepanze riguardo all'applicazione dei rapporti isotopici stabili dello zolfo come firma biologica nelle antiche fosse archeologiche.

Il primo è nella posizione δ34I dati S provenienti da Marte al cratere Gale mostrano una banda di ∼75‰ attribuita a un meccanismo abiotico. Tuttavia, gli studi biogeochimici degli antichi ambienti sulla Terra generalmente spiegano il valore di δ34Frammentazione S > 21‰ come prova dell'origine biologica e studi δ34I laghi craterici analogici sulla Terra seguono lo stesso approccio.

Abbiamo eseguito analisi (incluso δ34S, carbonio organico totale in peso, imaging al microscopio elettronico a scansione (SEM) su molteplici litologie dal cratere da impatto Nördlinger Ries, concentrandosi sulla breccia da impatto termicamente alterata e sulle sequenze sedimentarie di riempimento del lago associate per determinare se δ34Le proprietà S determinano la firma biologica.

Variazioni di δ34S tra le rocce ospiti può essere il risultato della riduzione termochimica del solfato, della riduzione del solfato microbico, del frazionamento dell'equilibrio idrotermale o di qualsiasi combinazione di questi. Nonostante gli abbondanti campioni e la risoluzione strumentale attualmente esclusiva delle analisi legate alla Terra, le conferme della biogenesi di δ34Le variazioni S > 21‰ nel cratere da impatto Miocene Rees sono deboli.

Ciò scoraggia l'uso di δ34S come firma biologica in ambienti simili senza esami indipendenti che includano l'intero contesto geologico, biochimico e compositivo, nonché il riconoscimento completo di ipotesi alternative.

Christopher J. Tino, Eva E. Stoecken, Gernot Arp, Michael Ernst Butcher, Stephen M. Bates, Timothy W. Lyons

https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/37498995/
PMID: 37498995 DOI: 10.1089/ast.2022.0114

READ  Il nuovo telescopio tecnologico dell'ESO cattura l'immagine di una nuova supernova nella galassia Cartwheel

Astrobiologia

Explorers Club Fellow, ex direttore del carico utile della Stazione Spaziale degli Stati Uniti/astrobiologo, ExoTeams, giornalista, Violator Climber, Synaesthete, Na'Vi-Jedi-Freman-Buddhist-mix, ASL, Devon Island e veterano del campo base dell'Everest, (lui/lui) 🖖 🏻

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *