La Roma non fa appello finale contro una sconfitta per 3-0 per fallo di Diawara Gli sport

Il giocatore della Roma Amado Diawara (a sinistra) festeggia con Chris Smalling dopo la partita contro la Fiorentina allo Stadio Artemio Franchi di Firenze il 3 marzo 2021.

Iscriviti al nostro sito cavo Un canale per ricevere gli ultimi aggiornamenti sulle notizie che devi conoscere.


ROMA, 16 marzo – Il Comitato Olimpico Italiano ha confermato lunedì che la Roma ha fallito l’appello finale contro la sconfitta per 3-0 subita a causa di un giocatore erroneamente iscritto all’Hellas Verona in Serie A.

Il Kony Guarantee Board, il più alto tribunale sportivo italiano, ha respinto il ricorso della Roma e ha confermato il rigore originale emesso in seguito allo 0-0 nella partita di apertura del campionato del 22 settembre.

La Roma ha segnato il fallo del centrocampista Amadou Diawara nella loro squadra Under 22 invece di trasferirlo nella squadra della prima squadra una volta che i guineani hanno compiuto 23 anni a luglio 2020.

Diawara ha iniziato la partita a Verona e ha giocato 89 minuti, ma la Roma ha poi ricevuto un’ipotetica sconfitta per 3-0 come rigore per l’errore manageriale e non è riuscita al primo appello alla Federazione Italiana a novembre.

La decisione conferma l’attuale classifica di campionato, la Roma è sesta con 50 punti e il Verona nona con 38 punti. Reuters

READ  Enzo Maresca: chi è l'allenatore associato al Celtic e all'Aberdeen e le probabilità di entrare in entrambi i club

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *