I registi russi atterrano dopo aver girato sulla Stazione Spaziale Internazionale

Una capsula spaziale Soyuz con a bordo un astronauta e due registi russi è atterrata dopo un volo di 3 ore e mezza dalla Stazione Spaziale Internazionale.

La capsula, che è scesa sotto un baldacchino a strisce rosse e bianche dopo essere entrata nell’atmosfera terrestre, è atterrata eretta nelle steppe del Kazakistan alle 00:35 di domenica con Oleg Novitsky, Yulia Peresild e Klim Shipenko a bordo.

L’attrice Peresild e il regista Shipenko sono arrivati ​​alla stazione spaziale il 5 ottobre per 12 giorni per girare le clip del film intitolato sfida, dove il chirurgo interpretato da Peresild si precipita alla stazione spaziale per salvare un membro dell’equipaggio che ha bisogno di un intervento chirurgico urgente in orbita. Nowitzki, che ha trascorso più di sei mesi a bordo della stazione spaziale, interpreterà l’astronauta malato nel film.

Dopo l’atterraggio, che ha fatto volare in aria pennacchi di polvere, le squadre di terra hanno estratto tre prismi spaziali dalla capsula e li hanno collocati in panche erette nelle vicinanze dove si sono adattati alla forza di gravità. Sono stati poi portati in una tenda medica per essere esaminati.

mi sento un po’ triste

Tutto sembrava sano e allegro. Peresild sorrise e tenne in mano un grande mazzo di fiori bianchi mentre i giornalisti si radunavano intorno a lei. Ma ha detto che sentiva anche un pizzico di tristezza.

“Mi sento un po’ triste oggi. Sembrava che 12 giorni sarebbero stati tanti, ma non volevo andarmene quando tutto era finito”, ha detto Peresild alla televisione di stato.

Il trasporto alla tenda medica è stato ritardato di circa 10 minuti mentre le troupe hanno filmato diverse inquadrature di Peresild e Nowitzki ai loro posti, che saranno incluse nel film. Ci sono ancora altre scene da girare sulla Terra per il film, la cui data di uscita è incerta.

READ  TICK SEASON: La Canadian Lyme Disease Foundation avverte di parassiti fastidiosi

Sette cosmonauti sono ancora a bordo della stazione spaziale: il russo Anton Shkaplerov e Pyotr Dubrov. gli americani Mark Vande Hey, Shane Kimbrough e Megan MacArthur; Thomas Pesquet dell’Agenzia spaziale europea; Il giapponese Aki Hoshide.

L’attrice russa Yulia Peresild saluta mentre sale a bordo della navicella spaziale Soyuz MS-19 per il lancio al cosmodromo di Baikonur, in Kazakistan, il 5 ottobre. Lei e i suoi colleghi sono tornati domenica. (Andrey Shilbin/GCTC/Roscosmos/Reuters)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *