“Bambine che non si frequentano” – Allora dove mi lascia?

Questa rubrica in prima persona è stata scritta da Aisha Tabassum, una canadese di seconda generazione del Bangladesh che vive a Kingston, in Ontario. Per ulteriori informazioni su CBC First Person Stories, vedere Istruzioni.

Ho sempre avuto paura di uscire con qualcuno. Non era solo tensione al primo appuntamento, tipo cosa indossare o come chiedere al ragazzo.

Vedi, bene Forum Le ragazze non si frequentano, o almeno così direbbe la mia famiglia.

Quindi gli appuntamenti, un rito di passaggio per la maggior parte degli adolescenti canadesi, sono stati contaminati per me perché ho dovuto nasconderlo alla mia famiglia.

Allo stesso tempo, la datazione ha offerto una liberazione da Forum aspettative. Se potessi innamorarmi, dimostrerebbe che non sono vincolata dalle restrizioni culturali ingiuste e non femministe dei miei genitori.

Le donne dell’Asia meridionale, specialmente le musulmane come me, soffrono di continue divisioni d’amore. Quando ci asteniamo, siamo oppressi e rendiamo orgogliosi i nostri genitori. Quando ci innamoriamo, siamo rafforzati e schiavizzati da dure aspettative culturali e dalla necessità in competizione di essere veramente “canadesi”.

Le nostre scelte romantiche sono altamente politiche – anche la scelta di uscire o no

Questa spada a doppio taglio ha portato a conseguenze disastrose per me.

La mia prima relazione, durata tre anni, è stata tossica, e sono rimasta per gli stessi motivi per cui mi sono messa: per dimostrare che i miei genitori si sbagliavano. Odiavano che la loro figlia frequentasse fosse troppo “occidentale” e volevo dimostrare testardamente che ero un adolescente canadese “normale”.

La fine di quella relazione ha portato sollievo, ma non mi ha necessariamente sollevato dall’ansia per gli appuntamenti. Volevo ancora avere una relazione, ma la mia decisione non era solo mia.

READ  Recensione: "Notturno" è un arazzo ricco di sofferenza e sopravvivenza

Posso trovare un partner approvato dalla mia famiglia? (E cerchiamo di essere chiari: solo un uomo bruno musulmano di una “buona famiglia”). Posso superare la loro delusione se non lo faccio? E anche se posso accettare la delusione dei miei genitori, il mio partner non sud-asiatico riceverà il mio “bagaglio culturale?” Vogliono anche affrontarlo – o mi amano ancora nonostante tutto il dramma di Bollywood?

Tutte queste insicurezze sono state esacerbate quando studiavo in un istituto prevalentemente bianco all’università.

Stavo prosperando accademicamente e mi circondavo di persone che si prendevano cura di me. Ma non sapevo che niente di tutto questo, o la felicità che mi ha portato, sarebbe stato importante per i miei genitori, o le zie che giudicano, o gli sceicchi delle moschee se avessero saputo chi ero veramente – dagli appuntamenti alle gonne corte ai non- occasioni occasionali – carne halal.

Come donna musulmana di colore, equilibrio sempre le aspettative di amore e appuntamenti dei miei genitori con i miei desideri, scrive Aisha Tabassum. (Aisha Tabassum)

Nella mia città natale di Scarborough, in Ontario, i miei amici capirebbero immediatamente il classico Forum Lotta per nascondere il suo ragazzo. Ma a Kingston, in Ontario, ogni menzione ai miei nuovi colleghi veniva con pietà o giudizio.

Ogni risultato per cui ho lavorato, dall’essere eletto caporedattore per il giornale della mia scuola all’ottenere lo stage dei miei sogni, è arrivato con la sindrome dell’impostore. Cosa penserebbero di me i miei colleghi, presidi e professori bianchi se sapessero da dove vengo? Cosa direbbero se conoscessero questa persona che continuavano a chiamare “coraggiosa” e “innovativa”, forse solo perché ero bruna e presente nei loro spazi bianchi, si sbriciolerebbe al pensiero dei suoi genitori che l’hanno presentata al suo ragazzo?

Essendo Forum In Canada si presenta con l’onere spesso invisibile di bilanciare le aspettative degli altri a scapito della propria salute. Per me, scegliere chi piace e come piace è stata solo un’estensione di questo.

Mi vergogno ancora troppo per vivere una doppia vita.

Non so ancora come amare senza vergogna, ignorare il giudizio senza sentirmi in colpa e non mi sento sotto pressione per raccogliere le mie esperienze in una scatola ordinata per le mie amiche bianche.

So di non essere l’unico Forum Una donna sta attraversando questo.

spero solo che un giorno Forum Io e le mie sorelle possiamo goderci momenti felici di appuntamenti e amore perché arrivano senza equilibrio.


Hai una storia personale avvincente che può portare comprensione o aiuto agli altri? Vogliamo sentire da voi. Ecco maggiori informazioni su come farci una presentazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *