Le dimissioni di Mancini da allenatore chiudono una “pagina importante” della storia italiana

Le dimissioni di Mancini da allenatore chiudono una “pagina importante” della storia italiana

CALCIO – UEFA Nations League – semifinali – Spagna contro Italia – De Groelch-Veste, Enschede, Paesi Bassi – 15 giugno 2023 allenatore italiano Roberto Mancini REUTERS/Peruschka van de Woo/File Foto

(Reuters) – Roberto Mancini ha rassegnato le dimissioni da allenatore della nazionale italiana, ha dichiarato domenica la Federcalcio italiana, ponendo fine a un periodo di cinque anni durante il quale l’Italia ha avuto successi continentali ma ha perso una finale di Coppa del Mondo.

Mancini ha assunto la guida di una squadra vincitrice di quattro Mondiali nel 2018 dopo che non si è qualificata per il torneo di quell’anno in Russia, non avendo mai perso una finale di Coppa del Mondo dal 1958.

Dopo il ritiro dei veterani Andrea Barzagli, Daniele De Rossi e del capitano Gianluigi Buffon, Mancini ha guidato la nazionale italiana di transizione al successo agli Europei 2021.

La sua squadra è rimasta imbattuta per 37 partite tra ottobre 2018 e ottobre 2021, un record nel calcio internazionale maschile.

L’Italia si è comportata bene nella Nations League con Mancini, arrivando terza nelle edizioni 2020-21 e 2022-23 del torneo.

“Si è conclusa una pagina importante della storia degli Azzurri, iniziata nel maggio 2018 e conclusasi con le finali di Nations League del 2023”, ha dichiarato la federazione in un comunicato.

E nel mezzo, vincere Euro 2020 è stata una vittoria per un gruppo in cui tutti gli individui potevano diventare una squadra.

Tuttavia, Mancini non è riuscito a riportare l’Italia alla fase finale della Coppa del Mondo, poiché la squadra non è riuscita ancora una volta a qualificarsi per il torneo dello scorso anno in Qatar dopo una splendida sconfitta per 1-0 in casa contro la Macedonia del Nord negli spareggi.

READ  Giorno 6 - Italia e USA incoronati campioni ISDE 2021

Dopo quella fallita campagna di qualificazione ai Mondiali, Mancini è stato sottoposto a forti pressioni da parte dei media italiani affinché si dimettesse, ma è stato sostenuto dal presidente della federazione nazionale per continuare nella sua posizione.

Le dimissioni di Mancini arrivano pochi giorni dopo che l’ex attaccante della nazionale è stato messo alla guida delle nazionali Under 21 e Under 20 dell’Italia nel tentativo di incorporare gli stessi stili e sistemi di gioco in tutte le fasce d’età.

L’Italia arriva al prossimo torneo a settembre, quando affronterà Macedonia del Nord e Ucraina nelle partite di qualificazione a Euro 2024.

“Tenendo conto degli importanti e imminenti impegni delle qualificazioni alla European Nations Cup 2024… La FIFA annuncerà il nome del nuovo Ct nazionale nei prossimi giorni”, ha detto la federazione.

Segnalazione aggiuntiva di Rohith Nair e Adi Nair a Bangalore; Montaggio di Claire Fallon

I nostri standard: Principi di fiducia di Thomson Reuters.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *