L'Agenzia spaziale giapponese: il “cecchino lunare” giapponese riesce ad atterrare con precisione | Novità sullo spazio

L'Agenzia spaziale giapponese: il “cecchino lunare” giapponese riesce ad atterrare con precisione |  Novità sullo spazio

JAXA afferma di aver ricevuto tutti i dati riguardanti lo storico atterraggio di SLIM dopo essere stata costretta a chiuderlo all'inizio di questa settimana.

L'Agenzia spaziale giapponese ha annunciato che il Giappone è riuscito ad effettuare un atterraggio insolitamente preciso sulla superficie della Luna, a pochi metri dal suo obiettivo.

Il paese sabato è diventato il quinto paese a inviare un veicolo spaziale sulla luna quando il lander chiamato “Moon Sniper” è atterrato sulla superficie lunare.

Giovedì, l'Agenzia giapponese per l'esplorazione aerospaziale [JAXA] Ha affermato di aver ricevuto tutti i dati relativi all'atterraggio della sonda Smart Lander for Investigating Moon (SLIM) entro due ore e 37 minuti dall'atterraggio.

“Abbiamo bisogno di un’analisi più dettagliata dei dati, ma la precisione dell’atterraggio “puntato” era probabilmente di 3-4 metri”. [10 to 13 feet]Il responsabile del progetto Lander Shinichiro Sakai ha dichiarato in una conferenza stampa:

La missione mira ad atterrare entro 100 metri (328 piedi) dal suo obiettivo, migliorando la risoluzione convenzionale di diversi chilometri. L'obiettivo era un cratere in cui si ritiene che il mantello lunare, uno strato interno profondo, sia esposto in superficie.

La Japan Aerospace Exploration Agency ha anche rilasciato le sue prime immagini a colori della missione, che mostrano l'aereo seduto leggermente angolato sulla superficie grigia e rocciosa della luna, con le scogliere che si innalzano in lontananza.

Sakai ha detto che uno dei due motori principali del lander probabilmente si è fermato nella fase finale della discesa, lasciandolo in posizione angolata.

Nonostante il successo, la missione non si è svolta senza problemi.

Immagine volantino per SLIM sulla Luna [Japan Aerospace Exploration Agency (JAXA)/Takara Tomy/Sony Group/Doshisha University/Reuters]

La Japan Aerospace Exploration Agency ha affermato che i pannelli solari della sonda SLIM probabilmente non erano in grado di generare elettricità perché erano nell'angolazione sbagliata, esprimendo la speranza che un cambiamento nella direzione della luce solare li avrebbe riaccesi.

READ  Journal of Psychology: Erika L. Stipkovits: una buona relazione arriva con una bomba vitaminica ad assorbimento lento

L'agenzia ha chiuso le indagini tre ore dopo l'atterraggio per consentire il recupero del veicolo. Prima che SLIM fosse spento, era in grado di scaricare dati tecnici e immagini dall'atterraggio del lander e dalla superficie lunare.

La Japan Aerospace Exploration Agency spera di saperne di più sulle potenziali risorse idriche sulla Luna attraverso la “navigazione basata sulla visione”, che svolgerà un ruolo essenziale nella costruzione di una base lì un giorno come potenziale tappa sulla strada verso Marte.

Il Giappone segue l’esempio di Stati Uniti, Russia, Cina e India nel raggiungere la Luna.

La sua sonda fa parte di diverse nuove missioni lunari lanciate da governi e aziende private, cinque decenni dopo il primo sbarco umano sulla Luna.

Il Giappone ha ampliato le sue attività spaziali, stabilendo anche partenariati con gli Stati Uniti per affrontare la crescente influenza militare e tecnologica della Cina.

Il paese partecipa attivamente al programma Artemis della NASA e mira a inviare un astronauta sulla luna.

Tuttavia, la Japan Aerospace Exploration Agency ha dovuto affrontare diversi ostacoli, incluso il fallimento del lancio a marzo del suo nuovo razzo di punta H3, che avrebbe dovuto essere in grado di competere con altri come SpaceX.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *