L’Agenzia spaziale canadese sta utilizzando i dati satellitari per tracciare le vere balene in via di estinzione

La National Oceanic and Atmospheric Administration e la North Atlantic Right Whale Federation stimano che siano rimaste meno di 400 balene franche del Nord Atlantico. (Michael Dwyer / The Canadian Press / Associated Press)

L’Agenzia spaziale canadese sta sfruttando la tecnologia satellitare per monitorare e proteggere le balene franche del Nord Atlantico in via di estinzione nelle acque del paese.

L’agenzia ha detto martedì che guiderà un progetto da 5,3 milioni di dollari finanziato dal governo federale chiamato balene intelligenti, che utilizzerà i satelliti per rilevare la presenza di balene franche e prevedere i movimenti degli animali.

Il Canada sta fornendo un totale di 5,3 milioni di dollari in tre anni a cinque società per una serie di progetti volti a proteggere le specie in via di estinzione.

Un progetto includerà un sistema in grado di fornire rapidamente dati sulla posizione e rilevare se le balene si stanno avvicinando a un peschereccio.

Il ministro della Pesca Bernadette Jordan ha affermato che la raccolta di dati satellitari sul movimento delle balene è fondamentale per prevenire le collisioni tra balene e navi e identificare i casi in cui gli animali vengono catturati con attrezzi da pesca, due delle principali cause di morte delle balene franche.

Alla fine di ottobre dello scorso anno, la Federazione delle balene franche del Nord Atlantico ha pubblicato la sua relazione annuale, stimando che solo 356 balene sane erano vive alla fine del 2019.

READ  Cosa potrebbe significare l'aggiornamento di Apple iOS14 per gli annunci di Facebook?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *