La Germania ha accettato di inviare armi pesanti in Ucraina dopo un importante cambiamento politico

Il ministro della Difesa Christine Lambrecht ha annunciato l’impegno a fornire i sistemi antiaerei Gibbard durante un incontro di funzionari della difesa internazionale presso la base dell’aeronautica americana a Ramstein, in Germania, martedì.

“Ieri abbiamo deciso che sosterremo l’Ucraina con sistemi antiaerei… che è esattamente ciò di cui l’Ucraina ha bisogno ora per proteggere lo spazio aereo da terra”, ha detto Lambrecht durante l’incontro alla base.

Questo è significativo perché è la prima volta che la Germania ha accettato di fornire questo tipo di armi pesanti all’Ucraina mentre combatteva un’invasione russa. I sistemi Gepard sono stati gradualmente eliminati dal servizio attivo in Germania nel 2010.

La Germania inizialmente ha resistito alle richieste di fornire armi a Kiev, accettando solo di fornire assistenza umanitaria e attrezzature mediche. Questo approccio era in linea con la decennale politica tedesca di non fornire armi letali alla regione in crisi.

Pochi mesi prima che il presidente russo Vladimir Putin ordinasse l’invasione dell’Ucraina, l’allora nuovo governo tedesco accettò di includere una politica di restrizione all’esportazione di armi nel suo accordo di coalizione.

Ma di fronte alle pressioni degli alleati e dell’opinione pubblica tedesca, il governo è stato costretto a farlo fissare le regole. Entro la fine di febbraio, il cancelliere tedesco Olaf Schulz ha annunciato che la Germania avrebbe iniziato a consegnare alcune armi all’Ucraina, anche se a quel punto ha insistito nel descriverle come “difensive”.

Ha anche annunciato che la Germania avrebbe iniziato a pompare più soldi nelle sue forze armate.

Il primo investimento di questo tipo è stato pubblicamente confermato il mese scorso, quando la Germania ha annunciato che avrebbe acquistato 35 caccia F-35A di fabbricazione statunitense.
Il sistema antiaereo Gibbard è armato con due cannoni da 35 mm.

Proprio la scorsa settimana, il ministro degli Esteri tedesco Annallina Barbock ha affermato che mentre “altri partner stanno ora fornendo artiglieria” all’Ucraina, la Germania “aiuterà con l’addestramento e la manutenzione”.

Barbock ha detto questo La Germania non può consegnare Più armi perché il Paese non disponeva di armi che potesse “consegnare rapidamente e senza indugio per il momento”.

Ha aggiunto che la Germania ha scelto di non rivelare tutte le armi che aveva precedentemente inviato all’Ucraina, ma ha detto: “Abbiamo fornito armi anticarro Stinger. [air defense systems] E molte altre armi di cui non abbiamo parlato pubblicamente”.

READ  Il Segretario Generale delle Nazioni Unite fa appello ai Paesi affinché preparino la strada agli aiuti umanitari per raggiungere l'Afghanistan

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.