La Banca di Montreal chiude l’attività di finanziamento automobilistico al dettaglio e annuncia la perdita di posti di lavoro

La Banca di Montreal chiude l’attività di finanziamento automobilistico al dettaglio e annuncia la perdita di posti di lavoro

Il logo della Bank of Montreal (BMO) all’esterno di una filiale a Ottawa, Ontario, Canada, 14 febbraio 2019. Fotografia: Chris Wattie/Reuters. Ottenere i diritti di licenza

TORONTO (Reuters) – La terza banca canadese, la Bank of Montreal (BMO) (BMO.TO), sta liquidando le sue attività di finanziamento automobilistico al dettaglio e spostando l’attenzione su altre aree, con una mossa che si tradurrà in un numero imprecisato di perdite di posti di lavoro . Lo ha detto la banca.

La mossa, attuata in Canada e negli Stati Uniti, arriva dopo che gli accantonamenti per crediti inesigibili di BMO nel settore della vendita al dettaglio sono saliti a 81 milioni di dollari canadesi (60 milioni di dollari USA) nel trimestre terminato il 31 luglio rispetto a un rimbalzo di 9 milioni di dollari canadesi un anno fa, in segno positivo. delle crescenti pressioni che i consumatori devono affrontare a causa del rapido aumento dei costi di finanziamento.

“Terminando la nostra attività di finanziamento automobilistico indiretto al dettaglio, abbiamo la capacità di concentrare le nostre risorse sulle aree in cui riteniamo che la nostra posizione competitiva sia più forte”, ha affermato BMO in una nota a Reuters.

Sabato la banca ha dichiarato che sta lavorando a stretto contatto con i dipendenti che saranno colpiti dai tagli di posti di lavoro per fornire supporto.

In una lettera inviata ai concessionari di automobili e visionata da Reuters, il presidente della società Paul Hounsley ha affermato che la risoluzione del contratto di concessionaria sarà effettiva dal 15 settembre, ma la banca finanzierà tutti i contratti presentati e approvati prima di tale data.

Nell’ambito della sua attività di finanziamento auto al dettaglio indiretto, la banca collabora con i concessionari di automobili per organizzare finanziamenti per gli acquirenti che effettuano pagamenti mensili al creditore.

READ  Le ricchezze si trovano sotto le acque artiche della Russia

Secondo l’ultimo rapporto finanziario di BMO pubblicato ad agosto, i prestiti totali nel settore della vendita al dettaglio automobilistico sono aumentati di circa il 34% nel terzo trimestre rispetto all’anno precedente raggiungendo i 17,36 miliardi di dollari canadesi, che rappresentano il 2,7% dei prestiti totali della banca.

Il rapido aumento dei tassi di interesse sta rallentando l’economia canadese e le banche stanno accantonando più soldi per far fronte al previsto aumento dei crediti inesigibili. Il mese scorso, BMO ha dichiarato che gli accantonamenti per perdite su crediti sono saliti a 492 milioni di dollari canadesi, rispetto ai 136 milioni di dollari canadesi dell’anno precedente.

Ha affermato che le perdite per deterioramento del commercio negli Stati Uniti sono aumentate di 10 punti base rispetto al trimestre precedente, guidate da accantonamenti significativi nel segmento della vendita al dettaglio.

I dati della Banca del Canada hanno mostrato che i tassi di insolvenza per i prestiti auto sono ora più alti rispetto a prima della pandemia, evidenziando la pressione sui portafogli dei consumatori che faticano anche a pagare i mutui in un contesto di tassi di interesse elevati.

BMO si sta rivolgendo agli Stati Uniti per nuove strade di crescita poiché i mercati rimangono saturi in Canada, spendendo 16,3 miliardi di dollari per acquisire Bank of the West all’inizio di quest’anno e espandendosi in 32 stati degli Stati Uniti occidentali, inclusa la California.

Gli Stati Uniti rappresentano ora più di due terzi dei profitti totali della BMO.

(Segnalazione di Nivedita Balu a Toronto) Montaggio di Denny Thomas, Jane Merriman, Susan Fenton e Diane Craft

I nostri standard: Principi di fiducia di Thomson Reuters.

Ottenere i diritti di licenzaapre una nuova scheda

Nivedita Balu è una corrispondente Reuters con sede a Toronto che riferisce di servizi bancari e finanziari canadesi. In precedenza si è occupata di aziende statunitensi di tecnologia, media e telecomunicazioni e di aziende di consumo e vendita al dettaglio a Bangalore. Contatto: +13434016776

READ  L'Italia rivive l'antica tradizione delle "vetrine"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *