Italia, Spagna, Grecia e Paesi Bassi sono in testa

Italia, Spagna, Grecia e Paesi Bassi sono in testa

Per gentile concessione: Acquatica europea

L'Italia batte l'Ungheria in un incontro emozionante e divertente e raggiunge le semifinali degli Europei di Eindhoven. Gli italiani si uniranno al girone per le medaglie – in cui si sfideranno gli stessi quattro finalisti di Spalato – i campioni del mondo e padroni di casa dell'Olanda, e i campioni in carica Spagna e Grecia, che sono tutti indenni ai quarti di finale. La vittoria della Grecia sulla Francia ha assicurato anche un posto ai campionati del mondo del mese prossimo a Doha.

Risultati dei quarti di finale
Spagna 17-6 Croazia
Olanda 25-6 Gran Bretagna
Grecia 15-7 Francia
Italia-Ungheria 12-11

1strada-4 Semifinale (giovedì 11 gennaio)
Spagna-Grecia
Olanda-Italia

5-8 Semifinale di classifica (giovedì 11 gennaio)
Croazia-Francia
Gran Bretagna vs Ungheria

Italia, Spagna, Grecia e Paesi Bassi sono in testa
Credito: Acquatica europea

Il quarto quarto di finale di martedì è stato il momento clou della quinta giornata a Eindhoven e ha visto l'Italia vincere una dura e avvincente battaglia con l'Ungheria 12-11.

Le medaglie di bronzo del 2022 sono partite alla grande, con Roberta Bianconi che ha segnato una tripletta nei primi otto minuti aiutando l'Italia a portarsi in vantaggio per 4-2.

L'Ungheria ha pareggiato il punteggio all'inizio del secondo tempo con Dora Lemaiter e Vanda Vali, ma la sua difesa ha vacillato ancora e l'Italia si è portata in vantaggio per 3-0 e si è portata in vantaggio per 7-4.

Mentre gli eventi oscillavano dall'inizio alla fine, Cristina Garda ha ridotto il divario a due gol (7-5) poco prima della transizione.

Le due squadre hanno continuato a scambiarsi colpi per tutto il terzo tempo frenetico e teso, poiché l'Ungheria è riuscita a ridurre il divario due volte, ma non è riuscita a superare gli italiani.

Con il punteggio di 11-9, l'Ungheria ha iniziato a dare il massimo all'Italia nell'ultimo quarto e Vale ha rapidamente portato il risultato sull'11-10.

Silvia Avigno ha segnato un calcio di rigore per calmare brevemente i nervi dell'Italia e portare l'Italia sul 12-10, ma quando Rita Kestelli ha segnato il 12-11 a 1:50 dalla fine, l'Ungheria era in vantaggio.

Sfortunatamente per gli ungheresi, la difesa italiana ha tenuto duro e la partita è finita quando Dorotea Szilajay ha sprecato una grande occasione per raddoppiare negli ultimi secondi, sparando direttamente nella porta italiana ad una riconoscente Caterina Pancelli.

L'Ungheria sembrava triste dopo la campana finale, forse riflettendo sul fatto che questa era la prima volta che non riusciva a raggiungere le prime quattro posizioni in un Campionato Europeo successivo.

Credito: Acquatica europea

La Spagna, campione in carica, si è qualificata per le semifinali dopo aver battuto la Croazia 17-6 nella partita di apertura dei quarti di finale.

READ  L'artista Choctaw Jeffrey Gibson è il primo nativo americano a rappresentare un artista americano solista alla Biennale di Venezia

Mentre la squadra di Miki Oka perseguiva incessantemente il terzo titolo europeo consecutivo, poteva anche permettersi di far riposare due dei suoi giocatori chiave, Ani Espar e Mica Garcia Godoy, che avevano posti in prima fila a bordo piscina per tifare per i loro compagni di squadra vittoriosi.

Dopo essere andata in vantaggio per 5-1 dopo circa sette minuti, la Spagna sembrava rilassarsi un po' e poi è stata in difficoltà per un po', quando la Croazia ha pareggiato sul 4-4 fino all'intervallo.

Il vantaggio era ancora di quattro (9-5), e da quel momento in poi la Croazia cominciò a svanire, perdendo il terzo 3-0 e il quarto 5-1.

La Spagna riesce a sfruttare la sua energia offensiva e chiude con forza la porta alle spalle della Croazia.

Credito: Acquatica europea

La spagnola Paola Camus ha commentato dopo la partita, dicendo: “Abbiamo dovuto fare del nostro meglio e finalmente abbiamo ottenuto la vittoria che volevamo, e siamo molto entusiasti di raggiungere le semifinali”.

“Il nostro obiettivo è provare a vincere le semifinali, poi la finale e ottenere la medaglia d'oro”.

La Spagna – con Camus e Billy Pena capocannonieri con quattro gol – è stata particolarmente soddisfatta con sei gol in cinque partite, segnando nove gol su 12.

La serie di vittorie della Gran Bretagna in questo torneo si è interrotta bruscamente quando ha incontrato i campioni del mondo dell'Olanda nel secondo quarto di finale.

L'Olanda, sostenuta ancora una volta da un pubblico numeroso e vociante all'interno dell'arena di nuoto Peter van den Hoogenband, ha avuto il pieno controllo e non ha mostrato pietà per tutta la partita, che si è conclusa con un punteggio unilaterale di 25-6.

Credito: Acquatica europea

Con un tale divario di fondi e risorse rispetto agli avversari, la Gran Bretagna non è stata in grado di fermare gli implacabili attacchi olandesi, poiché i padroni di casa si sono rapidamente portati in vantaggio per 7-1 dopo il primo, che è salito a 15-3 al turno.

L'Olanda si è rilassata un po' nel terzo set, vincendo 3-1, ma ha chiuso l'ultimo quarto con un forte 7-2.

Lieke Rouge è stata la scelta degli attaccanti dell'Olanda, guidando la marcatura con cinque gol su cinque tiri, mentre Simone van de Kraats, Kitty-Lin Joustra e Lola Molhausen hanno segnato quattro gol ciascuno.

Con uno sguardo fisso sui compiti da affrontare, il Ct olandese Evangelos Dudessis ha ruotato la sua squadra, così come il britannico Nick Buller, che – dopo essere entrato tra i primi otto – spera di sfidare ancora una volta le probabilità al quinto posto.-8 Giochi di classificazione.

READ  Italia: gli archeologi scoprono una casa romana di 2.000 anni fa con mosaici "incredibili", Italia
Credito: Acquatica europea

La partita del terzo quarto di finale ha visto la Grecia sconfiggere la Francia 15–7, ma all'inizio la partita non è stata così facile come suggerisce il punteggio.

Il vantaggio di tre gol della Grecia nei primi quattro minuti sembrava dare il tono, ma il paese ospitante delle Olimpiadi del 2024 ha mostrato il suo potenziale rispondendo con tre gol.

Camille Radosavljevic ha segnato il primo gol, prima che Audrey Doll pareggiasse il punteggio sul 3-3 all'inizio del secondo tempo.

Se questo non ha scosso la Grecia, lo ha sicuramente fatto il gol del 3-4 di Louise Gillett.

Irini Nino ha ripristinato rapidamente la parità portandosi sul 4-4, ma Bulukbaşı ha illuminato la panchina francese ai supplementari portandosi sul 4-5 a 1:52 dalla fine del primo tempo.

Solo ora il secondo classificato del 2022 ha iniziato a mostrare le sue qualità, segnando sei gol senza risposta in un punteggio di 10-5 e vincendo il secondo tempo 9-2 per assicurarsi che non si verificassero sorprese.

La vittoria significa che la Grecia gareggerà per le medaglie e giocherà le semifinali giovedì, oltre a prenotare il suo biglietto per i Campionati del mondo del mese prossimo a Doha.

Con due biglietti rimasti al quinto round-8 Nelle semifinali della classifica, la Francia sarà una delle favorite per raggiungere a Doha Grecia, Italia, Ungheria, Spagna e Olanda.

Credito: Acquatica europea

Martedì scorso, alle 21:00-12 Nelle semifinali della classifica la Serbia ha battuto la Germania 12-11, mentre Israele ha battuto la Repubblica Ceca 18-5.

Dopo la deludente sconfitta per 11-8 contro la vicina Croazia in due partite incrociate di lunedì, la Serbia ha risposto vincendo con un gol sulla Germania e raggiungendo giovedì il nono posto./10 scorso.

Come contro la Croazia, la Serbia è tornata in vantaggio fin dall'inizio, questa volta in vantaggio per 5-1 dopo l'inizio.

Ma i due periodi successivi non andarono per il verso giusto, poiché la Germania prese l'iniziativa, vincendo il secondo quarto 2-4, poi il terzo quarto 3-5 per pareggiare il punteggio sul 10-10.

Nada Mandic ha segnato con due gol da una distanza di 2 metri ripristinando il vantaggio della Serbia all'inizio del quarto periodo, ma la tedesca Greta Taday ha ridotto il deficit in ritardo per organizzare una partita tesa negli ultimi 55 secondi.

READ  Dovresti giocare per la Nigeria, non per l'Italia Under 21 - L'allenatore dei Super Eagles Peseiro incontra il difensore dell'Atalanta Caleb Okolie

La Germania ha chiesto un time-out prima dell'attacco finale, ma la Serbia è riuscita a resistere e vincere.

Credito: Acquatica europea

Nel frattempo, Israele sembrava essersi liberato di tutte le sue frustrazioni dopo la sorprendente sconfitta di ieri contro i cechi al nono turno.-12 Semifinali.

Ci è voluto un po' per andare avanti, e i cechi si sono addirittura portati in vantaggio per 0-2, ma Israele ha subito preso il controllo, pareggiando il punteggio sul 3-3 poco prima dell'intervallo.

Dopodiché, le chiuse si sono un po' aperte, quando Israele ha iniziato a prendere il controllo mentre otto gol senza risposta hanno portato il punteggio a 11-3 nel terzo, e a quel punto la resistenza dei cechi era finita.

Israele ha aggiunto altri sette gol negli otto minuti finali vincendo comodamente 18-5, ma essendo l'unica squadra di Divisione I a saltare i quarti di finale, sarà ancora scossa dalla drammatica sconfitta ai rigori di lunedì contro la Gran Bretagna.

Martedì, nella partita inaugurale, la Slovacchia ha segnato 15 punti Ha vinto la Bulgaria 18-10.

Karen Kakova e Monika Sedlakova hanno segnato per la Slovacchia con quattro gol ciascuna, condannando la Bulgaria alla quinta sconfitta consecutiva a Eindhoven.

In difesa, la Bulgaria ha faticato ancora, subendo nove gol in ogni tempo, mentre in attacco, il capitano Cvetilina Bezeeva si è sentito un po' felice, segnando una tripletta, ma questo non è bastato a rovinare il risultato.

Credito: Acquatica europea

Nel frattempo, la Turchia ha concluso la stagione con un'impressionante prestazione difensiva contro la Romania, vincendo 7-3 e conquistando 13 punti. posto.

La partita è iniziata tra i due migliori marcatori del torneo dopo quattro giorni di confronto diretto, ovvero il turco Kubra Kos con 17 gol e la rumena Alina Ioana Olteanu con 19 gol.

Olteano potrebbe essere stato un marcatore prolifico finora, ma oggi il portiere turco Elif Dilara Aydinlik era in forma eccezionale, fermando 12 tiri su 15 per un'impressionante percentuale di parate dell'80%.

In effetti, Aydinlik potrebbe aver sognato di mantenere la sua prima porta inviolata nel torneo, dato che la Romania ha impiegato 25 minuti e 47 secondi per segnare finalmente il gol.

Olteanu ha segnato due gol nel quarto periodo, ma è stato il capitano turco Kos il più felice alla fine, dopo aver segnato una tripletta e aver chiuso il torneo alla grande.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *