Samuel Pape: il cavaliere vittorioso del volley italiano

Se c’è un esempio di longevità in questo sport, oltre a risultati di alto livello in tutto, potrebbe essere il leggendario Samuele Papi. Dopo un’impressionante carriera da atleta di pallavolo durata più di un quarto di secolo e che lo ha portato a quattro podi olimpici e due mondiali, il 48enne italiano continua la sua dedizione allo sport come membro eletto della Fédération Internationale de Volley Comitato Atleti.

Samuel aveva 13 anni quando incontrò per la prima volta la pallavolo. Poco dopo aver iniziato a giocarci, si è chiaramente distinto tra i suoi coetanei e si è reso conto di avere un talento per questo, ma è stato principalmente attratto dalla natura di squadra di questo sport. All’età di 17 anni, inizia la sua prima esperienza da professionista in Serie A, correndo per il club della vicina Falconara Marittima, dove trascorre le sue prime quattro stagioni. In quel periodo, come membro della nazionale juniores, ha vinto una medaglia d’oro ai Campionati Europei CEV U20, accompagnata dal premio come miglior giocatore, e due argenti ai Mondiali U-21.

Pape ha esordito con la nazionale maschile nel 1993 durante l’epoca d’oro del dominio mondiale dell’Italia. L’anno successivo, lui e i suoi compagni di squadra hanno celebrato le medaglie d’oro nei Campionati del mondo FIVB, nella FIVB Volleyball League e nel FIVB Super Four Team. Per la racchetta outdoor da 1,91 metri, è stato solo l’inizio di una corsa stellare, che lo ha portato a un altro titolo mondiale quattro anni dopo, cinque titoli della World League (più tre argenti e un bronzo) e tre Campionati mondiali di pallavolo FIVB. Medaglie di Coppa, una per colore, tre titoli di Campione Europeo CEV (più un argento e un bronzo) e quattro medaglie olimpiche. Papi è stato determinante nel realizzare gran parte di questo incredibile successo.

Rimpiange solo di non aver mai raggiunto la vetta del podio olimpico, che avrebbe fatto bene tra tutti gli altri titoli che ha vinto in 360 partite con la nazionale. Tuttavia, ha vinto la medaglia in tutte e quattro le sue partecipazioni olimpiche con l’argento ad Atlanta 1996 e Atene 2004 e il bronzo a Sydney 2000 e Londra 2012, diventando così il primo atleta italiano a vincere quattro medaglie olimpiche. Le Olimpiadi nella capitale britannica sono state l’ultima gara di Pappe con la nazionale.

Allo stesso tempo, Samuel Pape ha riscosso molti successi anche a livello di club. Dal 1994 fino alla fine della sua carriera nel 2017, ha giocato per tre squadre italiane di alto profilo: Albitor Traco Cuneo, Sisley Treviso e Cobra Piacenza. Durante quel periodo, ha vinto tre volte come campione europeo e tre volte come vincitore della Supercoppa europea, oltre a celebrare sei titoli in altri tornei continentali CEV. Pape è stato anche sei volte campione italiano, vincendo sei volte la Coppa Nazionale e otto volte la Coppa Nazionale.

Il leggendario giocatore di pallavolo è stato insignito due volte dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana, nel 2000 e nel 2004. Nel 2017 Pape è stato inserito nella Hall of Fame della Fédération Internationale de Football Association (FIPAV) e nel 2018 è stato inserito nella Italian Sports Walk of Fame a cura del Comitato Olimpico Nazionale Italiano.

Pappe è entrato a far parte del Comitato Atleti FIVB nella primavera del 2019. Nella prima elezione della commissione, tenutasi nel gennaio 2021, ha ricevuto il maggior numero di voti nella categoria pallavolo maschile per iniziare il suo secondo mandato come membro del comitato.

READ  Qual è il vero motivo della diffusione del Covid-19 in Italia e Spagna? Il momento decisivo è stato scoperto: "È stato pazzesco!"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.