Il solstizio d’estate porta migliaia di persone a Stonehenge

Il solstizio d’estate porta migliaia di persone a Stonehenge

Londra –

Tutti salutano l’alba.

Un’apparentemente strana alleanza di preti, pagani, hippy, gente del posto e turisti riuniti intorno a un cerchio di pietre preistoriche in una pianura nel sud dell’Inghilterra per esprimere la loro devozione al sole o divertirsi in gruppo.

Con molti partecipanti vestiti con una serie di costumi colorati e persino corna, sono rimasti a festeggiare a Stonehenge tutta la notte e hanno salutato l’alba mercoledì, il giorno più lungo dell’emisfero settentrionale.

All’alba, il sole è sorto dietro quella che è conosciuta come la pietra del tallone nella parte nord-orientale dell’orizzonte ei primi raggi sono saliti nel cuore del cerchio di pietre.

Il cielo era limpido, non sempre durante l’estate inglese.

In tutto il Regno Unito prevarrà l’ottimismo con l’inizio ufficiale dell’estate. Non è un caso che il vicino Glastonbury Festival, uno dei più grandi eventi musicali del mondo, apra i battenti anche il mercoledì. Sia Stonehenge che Glastonbury si suppone si trovino su ley lines, misteriose connessioni energetiche in tutto il Regno Unito

Per le migliaia di pellegrinaggi a Stonehenge, a circa 80 miglia (128 chilometri) a sud-ovest di Londra, è più che guardare Elton John a Glastonbury o qualche sidro al sole. Molti partecipanti a Stonehenge faranno il breve viaggio di 50 miglia (80 chilometri) verso ovest fino a Glastonbury nei prossimi giorni.

Per i druidi, spiritualisti moderni associati all’antico sistema religioso celtico, Stonehenge ha avuto un significato per secoli e hanno eseguito i loro riti del solstizio nelle loro tradizionali vesti bianche. Riguarda effettivamente il ciclo di vita, morte e rinascita.

I festaioli si riuniscono presso l’antico cerchio di pietre di Stonehenge per celebrare il solstizio d’estate, il giorno più lungo dell’anno, vicino a Salisbury, in Inghilterra, mercoledì 21 giugno 2023. (AP Photo/Kin Cheung)

READ  Caduta di Kabul... La situazione dei rifugiati suscita ricordi dolorosi per i "passeggeri delle navi" vietnamiti

Quest’anno, il solstizio d’estate è iniziato a Stonehenge alle 19:00 di martedì ed è durato fino alle 8:00 di mercoledì. In questa notte, i devoti possono trascorrere del tempo all’interno del cerchio di pietre. Alcuni cantavano, suonavano chitarre acustiche o suonavano la batteria. L’alcol è proibito così come i sistemi audio. Le coperte sono permesse, ma non i sacchi a pelo, per favore. E certamente non arrampicarsi sulle pietre.

Le regole sono state inasprite nel corso dei decenni, sicuramente durante la pandemia di coronavirus. Nel passato meno conservatore, decine di migliaia di persone viaggiavano a piedi, in auto, in autobus o in moto per adorare al tempio solare o per divertirsi un po’.

Stonehenge è un simbolo della cultura e della storia britannica e rimane una delle maggiori attrazioni turistiche del paese, nonostante gli ingorghi apparentemente permanenti sulla vicina A303, un percorso popolare per gli automobilisti che viaggiano da e verso il sud-ovest dell’Inghilterra.

Stonehenge, uno dei monumenti preistorici più famosi e Patrimonio dell’Umanità, fu costruito nelle pianure della pianura di Salisbury in più fasi a partire da 5000 anni fa, con l’unico cerchio di pietre eretto nel tardo neolitico intorno al 2500 a.C. Si sa che le cosiddette Pietre Blu provenivano dalle Preseley Hills nel sud-ovest del Galles, a circa 150 miglia (240 chilometri) di distanza, ma le origini delle altre rimangono un mistero.

Il significato del sito è stato oggetto di accesi dibattiti, con alcune teorie che suonano più esotiche, se non bizzarre, di altre.

English Heritage, un ente di beneficenza che gestisce centinaia di siti storici, indica molte spiegazioni: Stonehenge è il luogo dell’incoronazione dei re di Danimarca, un tempio dei druidi, un centro di culto per la guarigione o un computer astronomico per prevedere eclissi ed eventi solari.

READ  Quasi la metà dei russi afferma che lo stipendio non copre le spese di base - sondaggio

L’ente di beneficenza ha affermato che la spiegazione più ampiamente accettata era un “tempio preistorico allineato con i movimenti del sole”.

Dopotutto, le pietre sono esattamente in linea con il Sole sia al solstizio estivo che a quello invernale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *