Il giudice federale respinge la richiesta di Trump di impedire che la causa di E.Jane Carroll vada avanti

Il giudice distrettuale degli Stati Uniti Lewis Kaplan mercoledì ha inserito una registrazione minuto nel registro della corte che indicava che stava respingendo la richiesta di Trump di “fermare” la sua sentenza l’anno scorso, che ha respinto gli sforzi di Trump per sostituire il Dipartimento di Giustizia come imputato – una mossa che essenzialmente ucciderebbe la causa.

La decisione improvvisa del giudice Kaplan fa rivivere il caso, pendente da quasi un anno mentre Trump e il Dipartimento di Giustizia hanno perseguito un ricorso. La sentenza potrebbe aprire la strada agli avvocati di Carroll per perseguire citazioni in giudizio per documenti, registrazioni e un campione di DNA dell’ex presidente per dimostrare le sue accuse di aggressione sessuale.

Perché il Dipartimento di Giustizia di Biden vuole aiutare Donald Trump a intentare una causa per diffamazione?
Carol Trump è accusata di averla violentata in un grande magazzino di New York a metà degli anni ’90. Trump ha negato le accuse. Dicendo che Carol non era il suo tipo E ha inventato l’affermazione per aumentare le vendite dei suoi libri. Carroll ha fatto causa a Trump per diffamazione.

Nessun ordine scritto o parere è stato pubblicato e non è chiaro perché il giudice Kaplan abbia rifiutato la sospensione mercoledì. Gli avvocati di Trump hanno presentato la richiesta iniziale di sospendere tutti i procedimenti nel dicembre 2020, mentre il ricorso è in corso.

Kaplan ha negato la moratoria “senza pregiudizi”, il che significa che il team legale di Trump potrebbe rinnovare i suoi sforzi. Possono anche chiedere alla Corte d’appello la sospensione del procedimento.

“Attendiamo con impazienza una discussione orale del nostro caso prima del Secondo Circuito… Nel frattempo, stiamo rivedendo l’ordine del giudice Kaplan”, ha detto in una nota l’avvocato di Carol, Roberta Kaplan.

READ  I pubblici ministeri accusano i membri di un gruppo di milizie di estrema destra di aver organizzato un attacco al Campidoglio il 6 gennaio

Non è stato possibile raggiungere l’avvocato di Trump per un commento.

Le memorie legali sono state depositate in appello e le discussioni orali per la Seconda Corte d’Appello degli Stati Uniti sono state fissate per la settimana del 29 novembre.

Trump ha cercato di essere sostituito dal Dipartimento di Giustizia come imputato, il che probabilmente separerà il caso perché il governo federale non può essere citato in giudizio per diffamazione.

Il giudice Kaplan non è d’accordo e Trump e il Dipartimento di Giustizia hanno presentato ricorso. Il Dipartimento di Giustizia, sia sotto l’amministrazione Trump che sotto l’amministrazione Biden, ha sostenuto che Trump ha agito nell’ambito del suo lavoro quando ha risposto alle domande di un giornalista sulle accuse di Carroll.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *