Il futuro di Antonio Conte: Dentro il campo del Tottenham dopo l’esplosione dell’italiano a Southampton e cosa accadrà dopo

Il futuro di Antonio Conte: Dentro il campo del Tottenham dopo l’esplosione dell’italiano a Southampton e cosa accadrà dopo

Dopo i tuoni e i lampi dello sfogo di Antonio Conte, in cui accusava i giocatori degli Spurs di essere “egoisti”, il consiglio di amministrazione del club ha scavato tra le macerie e cercato di trovare una via da seguire basata sul pragmatismo piuttosto che sull’emozione.

Lo staff e la squadra hanno avuto due giorni liberi, una pausa prestabilita indipendentemente dal risultato contro il Southampton. È stato il tonico perfetto per la rabbia scatenata dall’allenatore: lasciare che Conte si calmasse, gerarchia che calcolasse i passaggi successivi e dare ai giocatori una boccata d’aria fresca dall’ambiente infelice.

  • Cresce la sensazione che Conte non possa continuare al Tottenham
  • Conte lascia il Tottenham: “Vedo giocatori egoisti, non vedo squadra”

Con la Champions League in palio e solo 10 partite rimaste, il presidente Daniel Levy sta cercando di risolvere l’equazione se restare o restare con l’italiano sia una maggiore garanzia di assicurarsi i primi quattro.

Conte potrebbe aver fornito lui stesso la risposta sabato: “Alcune persone pensano che possiamo lottare. Lottare per cosa con quello spirito, quell’atteggiamento, quell’impegno? Cosa? Per il settimo, ottavo, decimo posto?”

Se questo è il livello di fiducia dell’allenatore in ciò che questa squadra può ottenere ora sotto di lui, i giocatori vogliono dimostrargli che si sbaglia? Levi ha la credibilità che vuole?

Reazione dei giocatori

Anche prima della solida usura dei giocatori di Conte, molti erano stati in contatto con Mauricio Pochettino e lo avevano esortato a tornare nel club. C’è stata delusione per la mancanza di identità in campo, calcio progressista e sviluppo del talento dal licenziamento dell’argentino nel novembre 2019.

Il rimprovero pubblico di Conte non è piaciuto nello spogliatoio. Mentre i giocatori si assumono la responsabilità della prestazione, il grande sentimento è che l’azione dell’allenatore sabato sia stata un caso di autoconservazione. La squadra sa – e da gennaio – che Conte non resterà al Tottenham quando il suo contratto scadrà quest’estate.

READ  Il ghanese Felix Ohene Gian Avena sul gioco per la squadra di cui si è innamorato in TV

Come ha detto l’agente di un giocatore Sky Notizie Sportive: “Ogni volta che parla, è come se stesse facendo un favore ai giovani e al Tottenham perché è ancora qui. Ha messo in dubbio il loro atteggiamento e il loro impegno quando era stato chiaro per così tanto tempo che non voleva nemmeno essere al club. “

Conte ha suggerito che l’incertezza sul suo futuro era stata usata come “scusa” per le prestazioni scadenti dei giocatori.

La controindicazione era che l’allenatore più sostenuto finanziariamente nella storia del Tottenham non era riuscito a implementare un approccio progressivo a cui la squadra e i tifosi potessero accettare, subendo la maggior parte dei gol della Top 12.

Il club ha reclutato 10 reclute solo in questa stagione per una quota combinata di oltre 150 milioni di sterline. Conte ha fatto del suo meglio per estrarre la merce da questa collezione, o il messaggio è solo quanto è migliore di loro?

reazione del club

L’allenatore avrebbe dovuto chiarire che le sue invettive rivolte solo ai giocatori e non alla gerarchia sono state utili. Conte, che è stato sostituito dal Chelsea dopo una lunga battaglia legale per il suo esonero, non vuole essere accusato di danneggiare la reputazione degli Spurs.

Sebbene il club abbia accettato questa posizione – il testo completo supporta la posizione di Conte secondo cui il suo unico obiettivo era la squadra – non è rimasto profondamente impressionato dalla forza, dalle ramificazioni e dal tempismo del suo discorso.

Ci sono modi più efficaci per eccitare i giocatori piuttosto che denigrarli pubblicamente, senza nemmeno tener conto dello stato del contratto di Harry Kane. Una delle più grandi intuizioni del club è dove sarebbe potuta essere questa stagione senza il capitano dell’Inghilterra: la sua influenza e la sua influenza sono più importanti di quelle di un allenatore.

Il Tottenham sapeva che Conte voleva uscire ed era molto sensibile ai mesi difficili che aveva avuto a livello personale.

READ  La lotta per il titolo nel 2021 mostra quanto sia importante Charlie Whiting per la Formula 1

Sono anche saggi per la sua abitudine di bruciare la terra quando esce, ma di solito arriva dopo che ha raggiunto il successo.

Il Tottenham paga a Conte uno stipendio di 15 milioni di sterline all’anno a causa del suo status di vincitore: gli Spurs sono crollati sotto di lui.

Una rapida occhiata al nord di Londra e il lavoro svolto da Mikel Arteta dentro e fuori dal campo la dice lunga. Conte può indicare il problema culturale degli Spurs, ma non ha alcun investimento per affrontarlo effettivamente.

Conte aveva ragione?

Data la storia di “Ragazzi, è il Tottenham” e il concetto di “Spursy”, non si possono escludere completamente i punti di Conte.

Ma insistendo sul fatto che il suo tiro verbale è stato solo lanciato in direzione dei giocatori, lo sproloquio di Conte manca di merito. Non applicano la politica dell’occupazione e non sono responsabili di non aver venduto in modo tempestivo per grandi somme di denaro, promuovendo così la corruzione. Non è la squadra che nomina gli allenatori o stabilisce la direzione del club.

Assolvendo se stesso e la gerarchia da ogni colpa per l’attuale stato di cose, le parole di Conte restano ferme.

In questo contesto, vale la pena ricordare che il Tottenham aveva un allenatore che lo ha portato alla finale di Champions League nonostante gli infortuni, le turbolenze in campo e la mancanza di investimenti nella squadra. Pochettino è finito regolarmente tra i primi quattro, e nelle ultime fasi delle coppe nazionali ha perso principalmente contro i più intraprendenti Chelsea e Manchester United.

Il Tottenham aveva un’identità e un processo che i giocatori e la base di fan hanno accettato e di cui erano molto orgogliosi.

Chi o cosa dopo il Tottenham?

Piace Sky Notizie Sportive Segnalato, a Levy non mancherà la passione nello scegliere il successore di Conte. Mentre il consiglio di amministrazione sostiene di non aver dimenticato le ragioni dell’esonero di Pochettino, l’argentino potrebbe ruotare attorno alla mancanza di modernizzazione che ha evidenziato dal 2016 come spiegazione della sua fine.

READ  Coppa d'Africa: il campionato viene "mancato di rispetto", afferma l'ex attaccante dell'Inghilterra Ian Wright

Pochettino rimane la scelta popolare indiscussa del club ma riconfermarlo sarebbe un grande riconoscimento del suo errore da parte di Levy.

Thomas Tuchel e Luis Enrique sono stati valutati, ma la nomina di un altro ex allenatore del Chelsea non è vista con favore, e l’esperienza di quest’ultimo fuori dalla Spagna illustra i rischi.

Roberto De Zerbi è molto ammirato ma vuole restare al Brighton almeno per un’altra stagione. Sono stati collegati anche Ruben Amorim dello Sporting, Ange Postecoglou del Celtic e Luciano Spalletti del Napoli.

Gli Spurs sono passati da un capo allenatore del processo come Pochettino a “vincitori certificati” Mourinho e Conte, con la loro rosa di candidati che suggerisce che il club non è ancora sicuro di quale strada prendere tra questi due turni.

Un’altra complicazione è che il futuro del direttore del calcio Fabio Paratici è incerto. L’uomo incaricato di evidenziare il successore di Conte ha presentato ricorso contro una squalifica di 30 mesi dal calcio italiano dopo un’indagine sulle pratiche contabili presso la sua ex squadra, la Juventus.

Se il ricorso di Paratici fallisce, la sospensione globale può entrare in vigore.

Il Tottenham sta sudando per il suo allenatore, attaccante e direttore del calcio. Levy ha più problemi di Conte da risolvere, ma è il più urgente e la sensazione crescente è che il 53enne non sarà al lavoro prima della scadenza del suo contratto.

(c) Sky Sport 2023: Il futuro di Antonio Conte: Dentro il campo del Tottenham dopo l’esplosione dell’italiano a Southampton e cosa accadrà dopo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *